Digestione difficile? Ecco le sette regole d'oro per stare meglio

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Digestione difficile? Ecco le sette regole d'oro per stare meglio

22-10-2013 - scritto da Paola Perria

Digerire bene è possibile solo se si ha rispetto del proprio stomaco. Scopriamo come

Soffrire di digestione difficile e di disturbi gastrici è comune, ma i modi per risolvere il problema ci sono

Digestione difficile? Ecco le sette regole d'oro per stare meglio

Di questi tempi (in cui tutti siamo sempre di fretta e preoccupati per qualcosa), soffrire di digestione difficile e problemi gastrici di vario tipo è piuttosto comune. Le statistiche ci informano che malattie infiammatorie del tubo digerente – gastrite, colite, reflusso ed esofagite – con sintomi collegati tra cui pirosi gastrica e crampi a stomaco e intestino, sono in forte aumento. Ma anche senza arrivare a manifestare vere e proprie patologie, bastano un po’ di stress e un’alimentazione sbagliata, così come un modo sbagliato di consumare i nostri pasti quotidiani, per “scombinare” tutto il processo digestivo, ritardarlo e renderlo laborioso.

Digerire male ci fa stare male, ci rende irritabili, ci fa sentire gonfi e interferisce con tutte le nostre attività giornaliere, rendendoci meno efficienti e rallentando i nostri normali ritmi. Per ritrovare la nostra naturale funzionalità digestiva, per rilassare l’apparato gastrointestinale e non avere l’incubo del post pasto, ecco sette semplici regolette d’oro tutte da seguire.

 

LE 7 REGOLE D'ORO

  1. Scegliete cibi quanto più possibile “incontaminati”, ovvero freschi, biologici, di buona qualità e che non prevedano grandi cotture o troppi condimenti. Evitate lo scatolame e gli alimenti conservati (almeno per un po’)
  2. Frazionate i pasti. Scegliete di dividere le calorie da assumere giornalmente in 5 pasti e non in tre. In questo modo non rimarrete mai troppo a lungo con lo stomaco vuoto (cosa che favorisce l’iper acidità gastrica) e mai troppo a lungo con lo stomaco pieno, affaticando, in tal modo, la digestione
  3. Mangiate sempre alle stesse ore. Questa è una buona norma per regolarizzare tutte le funzioni digestive e anche quella intestinale. Cercate se possibile, di non fare i pasti principali mai troppo tardi, perché il nostro corpo è “programmato” per ottimizzare i processi digestivi entro le ore di luce (più o meno). Quindi cercate di non pranzare dopo le 15 del pomeriggio e di non cenare dopo le 20. Inoltre andare a dormire subito dopo aver mangiato è il modo migliore per svegliarsi in preda a bruciori di stomaco
  4. Mangiate piano, senza fretta, seduti e con calma, pensando solo a quello che state gustando
  5. Masticate ogni boccone più volte (l’ideale sarebbe 30 volte) prima di inghiottirlo. In questo modo faciliterete il lavoro dello stomaco
  6. Lavatevi i denti 20 minuto dopo il pasto, per evitare la proliferazione dei batteri del cavo orale e l’inacidimento dei residui di cibo in bocca
  7. Dopo i pasti principali godetevi un po’ di relax, non per dormire, ma solo per dare il tempo ai vostri organi digestivi di ricevere tutto il sangue di cui hanno bisogno per compiere il loro primo lavoro. Riprendete gradualmente le vostre attività, senza fretta (se potete) Foto| via Pinterest


A cura di Paola Perria, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master I livello in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere.
Profilo Linkedin di Paola Perria
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X