Ascaridiasi

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Ascaridiasi

L’ascaridiasi o ascaridosi è un’infezione dell’intestino causata dall’Ascaris lumbricoides, un verme parassita che può raggiungere anche le dimensioni di 15-25 cm. L’ascaridiasi è una patologia diffusa soprattutto nelle regioni tropicali e nei paesi con scarso grado di igiene.

Una volta penetrati nell’organismo i vermi si sviluppano nell’intestino tenue per spostarsi poi nell’intestino crasso e quindi essere espulsi attraverso le feci.
Nei casi più gravi i parassiti, dopo aver perforato le pareti intestinali, possono invadere il fegato e attraverso la circolazione sanguigna arrivare fino al cuore e ai polmoni causando gravi disturbi respiratori oppure attaccare il sistema nervoso, provocando meningiti.
Se i parassiti raggiungono i capillari polmonari possono arrivare fino al retrobocca ed essere in parte espulsi, tramite starnuti e colpi di tosse, o in parte deglutiti.
L'ascaridiosi si contrae ingerendo cibo contaminato da feci o da terriccio contenenti uova mature del verme.

I sintomi sono dolori addominali, nausea, vomito e diarrea alternata a stipsi, febbre: altri sintomi, più gravi, possono sorgere se i vermi adulti raggiungono altre parti del corpo.
Se le larve sono localizzate nelle vie respiratorie, si manifestano anche dolori al torace e tosse secca, accompagnata dall'espulsione di sangue rosso vivo.

La terapia consiste in una cura antibiotica a base di Pirantel pamoato e se i sintomi non scompaiono e l’infestazione non è stata debellata si deve ricorrere ad un intervento chirurgico.
Per prevenire l’ascaridiosi è sufficiente osservare le più comuni norme igienico-sanitarie avendo cura di lavarsi le mani spesso, specialmente dopo aver usato il bagno e prima di mangiare, inoltre nei paesi a rischio infezione è consigliabile pulire e disinfettare accuratamente il cibo e astenersi dal consumarlo crudo.


Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X