Cistite

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Cistite

La cistite è un’infiammazione della vescica urinaria, l’organo preposto alla raccolta dell'urina, in genere facilmente curabile e che si risolve senza lasciare conseguenze.
La cistite è causata da infezioni batteriche e colpisce più frequentemente le donne perché la loro uretra (circa 5 cm) è più corta rispetto quella degli uomini (circa 16 cm) e quindi maggiore è la probabilità che i batteri fecali possano risalire dall’ano all'uretra e da qui arrivare alla vescica.

Tra le cause scatenanti della cistite vi sono quindi una scarsa o errata igiene personale, i rapporti sessuali che favoriscono il passaggio di batteri patogeni nella vagina, la stitichezza, l'uso del diaframma e delle creme spermicide che alterano la normale acidità della vagina favorendo la proliferazione dei batteri. Negli uomini invece la cistite è spesso riconducibile ad uno stato infiammatorio della prostata.

La cistite è facilmente riconoscibile perché si accompagna a sintomi forti e molto fastidiosi: si avverte dolore nella zona sovrapubica, si ha inoltre una minzione difficoltosa (disuria) o dolorosa (stranguria), un frequente stimolo ad urinare con emissione di poca urina (pollachiuria), un bisogno di svegliarsi ripetutamente di notte per urinare (nicturia) e una presenza di sangue nelle urine (ematuria). Oltre a questi sintomi si diagnostica la cistite con un’urinocoltura ed un esame delle urine per rilevare i batteri.

La terapia della cistite consiste nella somministrazione di antibiotici specifici per il tipo di batterio identificato nell’urinocoltura. Sono inoltre raccomandati l’assunzione di circa due litri di acqua al giorno e una particolare attenzione all’igiene personale, soprattutto dopo i rapporti sessuali e le mestruazioni.


Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X