Dengue

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Dengue


La dengue è una malattia infettiva tropicale causata dal virus Dengue, presente in quattro sierotipi differenti di Flavivirus (Denv-1, Denv-2, Denv-3, Denv-4), e trasmissibile dalla puntura di zanzare del genere Aedes, in particolare la specie aegypti. Il periodo di incubazione della dengue, cioè il tempo che intercorre tra la puntura e la comparsa dei sintomi, si aggira intorno ai 5-7 giorni. Con un appropriato e tempestivo trattamento terapeutico la mortalità si aggira intorno all'1-2%, mentre se la dengue non viene adeguatamente trattata la mortalità sale al 40-50%.

La dengue si presenta in due forme distinte: la dengue classica e la dengue emorragica, con o senza stato di shock. La dengue classica è la forma meno grave della malattia può presentare febbre lieve-moderata oppure come una febbre molto più elevata, dolori ossei e muscolari disturbi gastrointestinali, grave cefalea e esantema maculo papuloso.

La dengue emorragica, la forma più grave e potenzialmente letale, è caratterizzata da un rapido rialzo della temperatura, disturbi gastrointestinali, stanchezza ed eritema. Segue quindi una fase in cui la febbre scende ma si aggravano le condizioni del paziente: compaiono estrema debolezza, pallore, cianosi, abbassamento della pressione sanguigna e comparsa di rash cutaneo simile a quello del morbillo. In questa fase si verificano fenomeni emorragici come petecchie, ecchimosi, perdita di sangue dal naso e dalle gengive, emorragie nell'apparato gastrointestinale con comparsa di sangue nel vomito e nelle feci. Si possono anche verificare complicazioni al fegato e al sistema nervoso centrale con la comparsa di convulsioni.
Poiché non esiste un vaccino contro la dengue, la prevenzione si attua eliminando le zanzare e il loro habitat riducendo così limitare il rischio di trasmissione.

La terapia è di supporto e si basa sull'idratazione, sulla somministrazione endovenosa di liquidi e sull'emotrasfusione. In caso di sospetto di dengue, non si deve assolutamente assumere aspirina perché questo farmaco inibisce la coagulazione del sangue causando il peggioramento del quadro emorragico tipico della dengue.


Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X