Lordosi

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Lordosi


La lordosi è la curvatura della colonna vertebrale a concavità posteriore: normale a livello del tratto lombare e cervicale: diventa patologica quando è troppo accentuata (iperlordosi) o interessa altri segmenti della colonna oppure è particolarmente ridotta (ipolordosi).

E’ possibile distinguere una lordosi riducibile, quando tende ad attenuarsi o a scomparire con l’eliminazione della causa che la determina, da una lordosi irriducibile, quando invece non è possibile provocarne neppure la riduzione. La lordosi può presentarsi anche in conseguenza di processi patologici a carico della colonna vertebrale, come per esempio alterazioni congenite, fratture, lussazioni, distorsioni, tubercolosi, rachitismo. Cause più frequenti di una lordosi sono le affezioni extravertebrali come coxiti, inclinazione del bacino in avanti come avviene in gravidanza, nella ptosi viscerale o nelle neoplasie addominali voluminose.

La terapia delle diverse forme di lordosi dipende dalla malattia che ne ha determinato lo sviluppo. Per la iperlordosi, che consiste nell’aumento patologico della lordosi e che può essere provocata da un'anomalia del bacino, è possibile seguire un trattamento terapeutico preventivo, che consiste nel porre attenzione al regime alimentare, all'attività fisica, allo sviluppo muscolare specialmente addominale, respiratorio e psicosomatico. Questi mezzi, oltre che preventivi, sono anche curativi e vanno associati a massaggi, a leggere trazioni dei legamenti e alle terapie fisiche con onde corte.


Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X