Monitoraggio cardiaco fetale

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Monitoraggio cardiaco fetale

Detto anche cardiotocografiacardiotocografo che vengono poste nel ventre materno: la prima sonda, un rilevatore ad ultrasuoni di battito cardiaco, si posiziona in un punto in cui il battito cardiaco si rileva maggiormente mentre la seconda, un misuratore meccanico delle contrazioni uterine, si posiziona in basso in corrispondenza del fondo dell'utero. Tali rilevazioni sono registrate e stampate sul tracciato cardiotografico. L'esame è indolore, dura mediamente dai 30 ai 60 minuti e, in genere, si esegue in prossimità del parto o durante il travaglio.


Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X