Nevralgia

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Nevralgia


La nevralgia o neuralgia è una manifestazione dolorosa che compare improvvisamente, in modo spontaneo o provocato, ed è localizzata nella zona di distribuzione dei rami sensitivi di un nervo. Il dolore non è causato da un’alterazione patologica a livello del nervo ma è dovuto ad un’azione irritativa come ad esempio compressioni, stiramenti, intossicazioni, malattie infettive generali, disturbi del metabolismo, raffreddamento e traumi. Il dolore, che al contatto e sotto stress si acutizza, può essere continuo oppure intermittente e può avere carattere molto variabile: bruciante o trafittivo o lancinante. Il dolore può insorgere in modo spontaneo oppure essere scatenato da fattori vari come il freddo, il caldo, i colpi di tosse, gli starnuti e dalla stimolazione anche lieve dell’area cutanea.

A volte il dolore può scatenarsi a seguito della compressione o dello stiramento del nervo interessato associato a contratture muscolari. A volte, chi è colpito da nevralgia, è portato ad assumere particolari atteggiamenti o posizioni per attenuare la sensazione dolorosa. Le forme cliniche di nevralgia più frequenti sono la nevralgia del trigemino, del glossofaringeo, del nervo auricolare, del nervo occipitale, dei nervi del plesso brachiale, dei nervi intercostali e del nervo sciatico (sciatica). La terapia delle nevralgie consiste nella somministrazione di farmaci antinevralgici, di vitamine B1 e B12, di trattamenti fisioterapici con calore e ultrasuoni ed eventualmente anche di trattamenti anestetici del nervo colpito.


Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X