Otite

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Otite


L'otite è un'infiammazione a carico dell'orecchio che può avere decorso acuto o cronico e può colpire l’orecchio esterno (otite esterna o diffusa o maligna), l’orecchio medio (otite media) o l’orecchio interno (otite interna). L’otite acuta si definisce tale quando l’infezione inizia e si conclude definitivamente mentre l’otite cronica si ha quando l’infezione non guarisce completamente, passando attraverso fasi di minore o maggiore gravità.

L'otite esterna a sua volta si suddivide in batterica, virale e fungina mentre quella media si suddivide in bolloso-emorragica, catarrale, secretiva e purulenta se è di forma acuta oppure in semplice e colesteatomatosa se è di forma cronica.

Tra le cause dell’otite vi sono condizioni allergiche, lesioni da grattamento, scarsa igiene, malattie cutanee come eczema o psoriasi e infezioni alle alte vie respiratorie come riniti, adenoiditi e tonsilliti dovute a batteri (Streptococcus Pneumoniae), virus (Enterovirus e Echovirus) o funghi.

I sintomi sono diversi a seconda della forma dell'otite: nelle otiti acute il sintomo principale è il dolore associato a riduzione dell'udito, febbre, irritabilità, vertigini e acufeni. Nell’otite media come quella bolloso-emorragica si formano bolle sulla superficie del timpano che rompendosi fanno fuoriuscire sangue dall'orecchio (otorragia). Nell'otite secretiva si manifesta invece una secrezione mucosa sterile che non provoca dolore ma ipoacusia.

Per trattare le otiti si ricorre a terapie a base di antibiotici, se la causa è di origine batterica, a terapie con analgesici per contrastare i dolori acuti oppure con terapie specifiche a base di cortisone. Nei casi più gravi si può ricorrere a terapia chirurgica soprattutto se c'è perforazione del timpano.


Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X