Guillain-Barré, sindrome di

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Guillain-Barré, sindrome di


La sindrome di Guillain-Barré, anche chiamata paralisi di Landry, è un’infiammazione acuta dei nervi periferici spinali e, in alcuni casi, anche di quelli cranici solitamente innescata da un'infezione. Consiste in una radicolo-polinevrite acuta che si manifesta con paralisi progressiva agli arti e che può causare complicanze potenzialmente letali soprattutto se sono coinvolti i muscoli respiratori o il sistema nervoso autonomo.

La sindrome di Guillain-Barré è una malattia rara che colpisce un individuo ogni 100.000 casi all'anno e nelle forme più acute può portare ad una paralisi totale in 24 ore. La maggior parte dei pazienti di questa sindrome, se curati in maniera tempestiva, somministrando immunoglobuline per via endovenosa o plasmaferesi e associate a terapie di supporto, va incontro ad un completo recupero.

La causa della sindrome di Guillain-Barré è ignota ma si ritiene che sia dovuta ad una risposta immunitaria ad antigeni estranei, ad esempio agenti infettivi, che colpisce erroneamente i tessuti nervosi, per via di un fenomeno chiamato mimetismo molecolare: tra i probabili fattori scatenanti vi possono anche essere gli episodi acuti di febbre, le malattie infettive e le vaccinazioni.

La sindrome di Guillain-Barré si manifesta con debolezza simmetrica, con o senza intorpidimento e formicolio, che colpisce prima gli arti inferiori per poi progredire rapidamente in modo ascendente fino a raggiungere in una decina di giorni anche gli arti superiori.

Il paziente nota che le gambe tendono a deformarsi, come se fossero di gomma, e avverte prima impaccio nei movimenti e poi una paresi vera e propria accompagnata da ipotonia tendinea, dolori e parestesie. In seguito i disturbi si possono estendere anche ai nervi cranici inferiori causando difficoltà respiratorie, debolezza bulbare e disfagia orofaringea cioè bava alla bocca e difficoltà a deglutire. Nei casi gravi può verificarsi anche la disfunzione della vescica, ma di solito si tratta di una condizione transitoria.

La terapia della sindrome di Guillain-Barré è solo di supporto e consiste nel somministrare corticosteroidi, immunodepressivi e plasmaferesi.


Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X