Vaginite

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Vaginite


La vaginite è un'infiammazione acuta o cronica della vagina, poiché spesso l'infiammazione si estende anche alla vulva si parla di vulvovaginite. Se l'infiammazione ha origine nella vagina si parla di vaginite primaria se invece l'infiammazione ha origine in una sede vicina si parla di vaginite secondaria.

Le infezioni che determinano una vaginite possono essere causate da funghi come la Candida albicans (candidosi), da batteri come la Gardnerella vaginalis (vaginosi) o da protozoi come il Trichomonas vaginalis (trichomoniasi vaginale). Altri agenti infettivi che possono provocare vulvovaginiti sono la Neisseria gonorrhoeae (gonorrea), il Bacterium coli e l'herpes simplex.

All’origine di una vaginite vi possono però anche essere fattori di tipo chimico come reazioni allergiche oppure di tipo fisico come abrasioni. Anche la gravidanza può indurre modificazioni alla vagina in grado di favorire l'insorgere di una vaginite. Alcuni agenti infettivi si trasmettono tramite rapporto sessuale, altri invece possono essere introdotti nella zona vulvo-vaginale a seguito di una cattiva igiene.

La vaginite si manifesta con disturbi più o meno intensi come bruciore, prurito, perdite liquide o semiliquide. In base ai sintomi è possibile distinguere le vaginiti di forma acuta da quelle di forma cronica. Tra le vaginiti acute vi sono: la vulvovaginite desquamativa purulenta, la vulvovaginite ulcerosa, la vaginite aderente, la vulvovaginite pseudo membranosa, la vaginite enfisematosa e la vulvovaginite necrotizzante. Tra le vaginiti croniche si trovano: la vaginite nodulare, la vaginite papillare, la vaginite cistica e la vaginite atrofica.

Il trattamento di una vaginite implica alla base corretta igiene intima poi a seconda della causa che ha scatenato l’infezione si può seguire una terapia farmacologica a base di cortisone e antistaminici in caso di vaginiti da reazione allergica o a base di antibiotici o antimicotici nel caso di candidosi (clotrimazolo), di vaginosi batterica (metronidazolo e clindamicina), di tricomoniasi (metronidazolo) e di Bacterium coli (penicillina).


Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Chi Siamo

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X