Dolci di Carnevale tipici: il migliaccio dolce

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Dolci di Carnevale tipici: il migliaccio dolce

21-01-2013 - scritto da Paola Perria

Non solo Pulcinella, il Carnevale napoletano di regala anche la ricetta della prelibata torta di semolino chiamata migliaccio

La ricetta del migliaccio dolce

Dolci di Carnevale tipici: il migliaccio dolce I dolci di Carnevale sono una tentazione del palato a cui non si può resistere. Festa goliardica e godereccia per eccellenza, il Carnevale esprime la sua carica trasgressiva e votata all’esagerazione anche a tavola. Se ci fate caso, proprio come tutte le manifestazioni e gli eventi che in tutto lo Stivale si associano ai festeggiamenti carnevaleschi – sfilate in maschera, carri allegorici, balli, scherzi e travestimenti – anche le ricette di questi giorni comunicano allegria, vitalità, gusti forti e ripieni “esplosivi”. Quasi tutto viene fritto, per diventare croccante e venir ricoperto di zucchero, o per poter contenere un morbido cuore che si sciolga in bocca sorprendendo il palato.

Ravioli fritti alla crema, chiacchiere o frappe, castagnole e zeppole, tutto trova spazio tra giovedì e martedì grasso, prima che il mercoledì delle ceneri (primo giorno di Quaresima) ci riporti verso più moderati costumi alimentari. Senza esagerare, tutti possiamo concederci qualche prelibatezza tipica a Carnevale, e quella che vi presentiamo oggi non fa parte della grande famiglia dei dolci fritti, ma appartiene alla tradizione pasticcera napoletana: il migliaccio dolce. Si tratta di una morbida torta di semolino e ricotta, arricchita con uvetta e canditi, un dolce squisito, ricco, non tanto difficile da preparare. Vediamo come.
Ingredienti:

  • 130 g di semolino
  • 4 uova
  • 250 g di zucchero semolato
  • 250 g di ricotta fresca (l’ideale sarebbe di bufala, ma se non la trovate potete usare anche quella di pecora, o al limite vaccina)
  • 100 g di zucchero a velo
  • 150 g di uva passa e pinoli (in totale)
  • 150 g di canditi misti
  • 7,5 dl di latte (anche scremato)
  • 1 limone (la scorza grattugiata)
  • 1 arancia (la scorza grattugiata)
  • 1 cucchiaino di vaniglia
  • 1 pizzico di cannella in polvere
  • 2 bicchierini di rum
  • Sale q.b.
Preparazione:
In un pentolino versate il latte unendo lo zucchero semolato, la cannella, la vaniglia, un’idea di sale e le scorze grattugiate degli agrumi, e portate a bollore. Versate il semolino a pioggia mescolando, poi fate proseguire la cottura per circa mezzora, sempre mescolando. Spegnete, fate riposare, e nel frattempo mettete l’uva passa a rinvenire nel rum, montate a neve gli albumi delle uova e setacciate la ricotta. Quando il composto sarà intiepidito, unite i tuorli delle uova uno alla volta, la ricotta, l’uvetta ben strizzata, i canditi e gli albumi montati a neve.

Mescolate e versate l’impasto in una tortiera rivestita di carta forno e infornate a 160°-180° per circa 40-45 minuti, controllando fino a quando vedrete la superficie colorarsi e formare la crosticina. Sfornate, fate raffreddare, sformate e cospargete di zucchero a velo. Alcune versioni del migliaccio variano molto nelle quantità degli ingredienti, sia per quanto riguarda semolino e ricotta, che sul numero delle uova, che arrivano fino ad 8-10 in alcuni casi. Se siete dei provetti pasticcieri e il migliaccio dolce di Carnevale è la vostra specialità, forniteci la vostra ricetta personale!
Categorie correlate:

Ricette




Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X