Dolci natalizi: il rotolo di cioccolato con crema di ricotta e castagne

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Dolci natalizi: il rotolo di cioccolato con crema di ricotta e castagne

25-11-2013 - scritto da Paola Perria

Un dolce squisito perfetto per il Natale

Facile e goloso il classico rotolo dolce natalizio arricchito con una ricca farcitura

Dolci natalizi: il rotolo di cioccolato con crema di ricotta e castagne Squisiti e "cioccolatosi" con creme e sfoglie fragranti, i dolci natalizi sono una tradizione a cui non vogliamo rinunciare, mettendo da parte dieta e sensi di colpa. In effetti si tratta di specialità gastronomiche quasi sempre industriali, quelle che troviamo nei supermercati in bella vista - spesso a prezzi scontati per combattere la crisi e il ribasso dei consumi - che ci richiamano con belle confezioni luccicanti e allegre. Scatole di cioccolatini e pandori, marron glacé e panettoni, torroni e panforte, tutto questo, e molto di più, trova ricovero nelle nostre case in attesa di venire consumato durante tutto il magico periodo natalizio in cui il va e vieni di amici e parenti per gli auguri di rito si consuma tra una fetta di dolce e un bicchiere di spumante.

Ma quanto è meglio, invece, limitare l'acquisto di queste pur buone produzioni dolciarie industriali e produrci noi, invece, in ricette casalinghe più genuine? In questo modo non solo risparmieremo, ma ridurremo il computo di zuccheri totale, perché ci limiteremo a poche - ma migliori - occasioni di gustare questi dessert fatti da noi. Un'idea anche per la merenda dei bambini o per un dono da portare ai nostri cari durante gli inviti consueti per il pranzo o la cena di Natale. Ecco per voi la squisita ricetta del rotolo di coccolato con crema di ricotta e castagne, una dolce natalizio classico ma semplice, perfetto per il palato di grandi e piccini buono anche per gli occhi. Ecco cosa ci serve per prepararlo.

Ingredienti per 6/8 persone:

  • 4 uova
  • 80 g di zucchero
  • 60 g di farina
  • 30 g di cacao amaro in polvere
  • 1/2 cucchiaino di lievito in polvere
  • 300 g di ricotta
  • 200 g di crema di castagne o marroni
  • Marron glacé a pezzetti
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere
  • Cacao in polvere q.b.
  • 1 baccello di vaniglia
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo

Preparazione:
Con una frusta elettrica sbattete i tuorli d'uovo con lo zucchero e i semi della vaniglia per una decina di minuti, quindi incorporate nel composto farina, cacao in polvere e lievito precedentemente setacciati. A parte montate a neve gli albumi aggiungendo un pizzico di sale e uniteli delicatamente al composto che diventerà bello spumoso e leggero. Rivestite il fondo di una teglia bassa rettangolare con la carta forno e versatevi l'impasto - che andrà a costituire la basta biscuit per il rotolo - formando uno strato uniforme spesso circa mezzo centimetro. Cuocete a 200° per una decina di minuti, sfornate e fate raffreddare.

Rovesciate la pasta su pellicola trasparente spolverata di zucchero eliminando la carta forno, piegate il rotolo e ricopritelo ancora di pellicola spolverata di zucchero. Nel frattempo preparate la farcia. In una ciotola mescolate la ricotta con lo zucchero a velo e la cannella. Liberate il rotolo dalla pellicola e cominciate a farcire per bene spalmando in un primo strato la crema di castagne, quindi la farcia alla ricotta con i pezzetti di marron glacé. Delicatamente e aiutandovi con la pellicola, arrotolate il dolce e quando sarà pronto mettetelo in frigo a riposare per almeno 2 ore. Servite spolverando con del cacao. Una vera delizia!



Foto| via Pinterest
Categorie correlate:

Ricette




A cura di Paola Perria, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master I livello in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere.
Profilo Linkedin di Paola Perria
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X