Donne e insonnia: tutta colpa degli ormoni

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Donne e insonnia: tutta colpa degli ormoni

15-03-2010 - scritto da Viviana Vischi

Le variazioni ormonali femminili influiscono sul sonno e sull’intensità dei sogni

Una buona terapia ormonale potrebbe contribuire a migliorare la qualità del sonno delle donne

26/03/2006 - Ciclo mestruale, gravidanza e menopausa: sono le fasi della vita di una donna in cui è più facile che si manifestino problemi legati al sonno. Non è un caso. A influire sono gli ormoni sessuali femminili. Ed ecco perché, secondo gli esperti, una buona terapia ormonale potrebbe contribuire a migliorare la qualità del sonno, e con essa l’intensità dei sogni.
Se ne è parlato al congresso nazionale “Donne e sonno” organizzato dall'Università di Torino. Un dibattito che ha messo a confronto neurologi e ginecologi.
Durante la prima fase del ciclo, nei giorni in cui è maggiore la produzione di estrogeni, il sonno Rem, quello profondo in cui si sogna davvero, è più accentuato: se in genere rappresenta il 20% del sonno, nei primi quattordici giorni del ciclo sale al 25%. Nella seconda parte, quella in cui cresce la produzione di progesterone, il sonno Rem si riduce, attestandosi intorno al 15% del totale. Dunque, si dorme meno profondamente e si sogna meno.
In gravidanza la donna manifesta disturbi del sonno soprattutto per cause di carattere fisico. Subito dopo, invece, le anomalie sono da attribuire a fattori psicologici. I disturbi del sonno sono una delle componenti principali della depressione post-partum e si manifestano in una comparsa rapida della fase Rem e nel risveglio precoce.
Un cattivo sonno, infine, caratterizza anche la menopausa. Secondo gli esperti la metà delle donne in climaterio non riesce a dormire bene, ha difficoltà a prendere sonno e a mantenerlo per tutta la notte e la mattina denuncia una sensazione di scarso riposo.
Gli ormoni sessuali femminili influiscono poi sul tipo di sogni delle donne: sono più ancorati alla realtà, mentre quelli degli uomini hanno un maggior quoziente di fantasia e una più accentuata componente sessuale.


A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Cistite ricorrente: un problema femminile

Cistite ricorrente: un problema femminile

10/06/2019.   La cistite è la più comune tra le cosiddette IVU (infezioni alle vie urinarie), e sembra che abbia una particolare predilezione per il sesso femminile. Sono le donne, infatti, sia giovani che...

Salute donna

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X