Drogati di telefonino

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Drogati di telefonino

15-03-2010 - scritto da Viviana Vischi

Il cellulare crea dipendenza, e se non lo abbiamo è crisi vera

Le nuove dipendenze: il cellulare

13/04/2006 - I telefonini creano dipendenza come le droghe. Lo dice una ricerca australiana sul comportamento dei consumatori, che ha intervistato un campione di persone fra 17 e 52 anni con diverse caratteristiche professionali e culturali. "Poiché offrono un piacere immediato, se non si presta attenzione possono creare dipendenza come il fumo, il cibo-spazzatura e, appunto, la droga" - avvertono gli studiosi.
I telefoni cellulari, che in Australia hanno raggiunto la cifra record di 19 milioni su una popolazione di 20 milioni di persone, sono diventati una parte fondamentale della vita sociale, al punto da causare problemi che vanno dall'agitazione se si è costretti a spegnerli alla perdita di autostima se non si ricevono chiamate o sms. I sintomi sono simili alla crisi di astinenza.
Fra le persone che hanno riconosciuto di avere un rapporto problematico con il telefonino, lo studio ha osservato caratteristiche di atteggiamento legate all'importanza che il cellulare riveste nella propria vita, al senso di identità legato allo strumento, alla paura di restare esclusi dal gruppo se non si possiede un modello adeguato.
I segni più evidenti della dipendenza: l'impulsività nel rispondere immediatamente ad ogni messaggio, il bisogno irrefrenabile di telefonare quando si è giù di morale, reazioni irrazionali quando si resta senza cellulare e, naturalmente, bollette salatissime a fine mese.
Categorie correlate:

Psiche, psicologia




A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

8 possibili manifestazioni dell'ansia

8 possibili manifestazioni dell'ansia

14/09/2021.   Ansia e paura sono strettamente collegate. Se sei una persona ansiosa, lo sai benissimo. Sai che ci sono situazioni che ti gettano nel panico, anche solo ad immaginarle. A volte la paura è talmente tanta che,...

La respirazione: un balsamo per l’intestino e il cervello

La respirazione: un balsamo per l’intestino e il cervello

21/06/2021.   Eccoci di nuovo a parlare di ansia associata all’intestino irritabile. Come ormai dovresti sapere, esiste un legame scientificamente dimostrato tra il cervello e l’intestino, e ogni impulso che arriva dalla testa, si...

Contro l’ansia (e l’intestino irritabile) prova la CBT

Contro l’ansia (e l’intestino irritabile) prova la CBT

14/06/2021.   Nei contenuti precedenti abbiamo visto come chi soffre di sindrome dell’intestino irritabile o IBS, sia spesso soggetto anche ad ansia. Questo accade perché esiste un asse intestino-cervello, regolato in gran parte...

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Chi Siamo

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X