E ora gambe snelle e sgonfie

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

E ora gambe snelle e sgonfie

01-06-2011 - scritto da Viviana Vischi

Gambe e caviglie gonfie, capillari dilatati? Ecco le contromisure giuste

Cominciamo da subito a prenderci cura delle gambe, prima che arrivi il gran caldo

E ora gambe snelle e sgonfie Gonfiore, stanchezza, formicolii: sono disturbi che interessano il 40% delle donne. Innanzitutto per un fattore ereditario: il tessuto delle vene può essere poco tonico e facile a sfiancarsi per costituzione. A peggiorare le cose intervengono poi alcune cattive abitudini come la sedentarietà, l’uso di tacchi alti e di vestiti attillati. Le temperature alte, infine, giocano un ruolo importante: per disperdere il calore le vene superficiali si dilatano, l’elasticità diminuisce e il sangue, anziché tornare verso il cuore, ristagna lungo il percorso. Ecco perché chi tende a soffrire di circolazione in genere sta peggio con l’arrivo dell’estate. Ed ecco perché bisognerebbe giocare d’anticipo. Come?
• appena possibile, sollevando le gambe anche solo per cinque minuti in modo che la circolazione di ritorno risulti facilitata
• un getto d’acqua fredda, dai piedi fino all’inguine, è benefico perché restringe i capillari. Durante la docciatura meglio tenere le calze, che servono per mantenere le gambe fresche per un tempo maggiore
• evitando i vestiti aderenti e, quanto alle scarpe, scegliendole sempre comode, morbide, con un tacco intorno ai 3 cm per permettere al piede di pompare il sangue verso l’alto
• facendo una lunga passeggiata ogni giorno. Di tanto in tanto, salendo e scendendo sulla punta dei piedi per 10 volte di seguito. A casa, la sera: distesi in terra, supini, muovere le gambe a bicicletta effettuando due serie da 50 rotazioni, intervallate da 30 secondi
• al mare, evitando di prendere il sole immobili e di riparare le gambe con un telo. Coprirsi crea una sorta di “effetto serra”: meglio esporsi per brevi periodi, camminando sulla battigia
• a tavola, evitando gli eccessi di zuccheri e grassi. Sì invece ai cibi ricchi di fibre, come cereali, frutta, verdura e legumi secchi. Ideali ciliege, lamponi, mirtilli, more e ribes nero: ricchi di flavonoidi, aumentano la resistenza dei piccoli vasi e contrastano la permeabilità capillare e le reazioni infiammatorie. I frutti freschi e i loro succhi spremuti aiutano a prevenire le vene varicose e a combattere quelle già formate
• per sgonfiare le gambe, sono infine utili gli integratori e i cosmetici specifici, formulati con principi attivi vegetali che preservano l’elasticità dei capillari e ne riducono la fragilità, favoriscono il drenaggio dei liquidi, attenuano stanchezza, pesantezza e formicolii. Creme e gel contengono estratti di vite rossa, edera, centella, mirtillo e rusco che vanno fatti assorbire con un bel massaggio almeno due volte al giorno.

A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Cistite ricorrente: un problema femminile

Cistite ricorrente: un problema femminile

10/06/2019.   La cistite è la più comune tra le cosiddette IVU (infezioni alle vie urinarie), e sembra che abbia una particolare predilezione per il sesso femminile. Sono le donne, infatti, sia giovani che...

Salute donna

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X