Ebook sindrome dell'intestino irritabile

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Ebook sindrome dell'intestino irritabile

15-07-2011 - scritto da Viviana Vischi

Soffri di diarrea o stitichezza? Dolore e gonfiore ti condizionano la vita? Potrebbe trattarsi di sindrome dell’intestino irritabile. Scopri quali accorgimenti adottare

Scarica qui il pratico ebook su come affrontare la sindrome dell'intestino irritabile

Ebook sindrome dell'intestino irritabile

Ci sono molti modi per cercare di spiegare cosa significa convivere con la sindrome dell’intestino irritabile. Ma farlo non è semplice perché, pur coinvolgendo nella sua globalità tutti gli aspetti dell’esistenza di chi ne soffre, dall’esterno non si riesce a coglierne la complessità. Anche i medici fanno fatica a diagnosticarla perché spesso all’origine non vi è alcun problema organico e i sintomi sono tanti, diversi per ogni persona. Per questo motivo la sindrome dell'intestino irritabile, nonostante sia molto diffusa (recenti stime parlano del 30% della popolazione italiana, specie donne, in un rapporto di 4 a 1 rispetto agli uomini), risulta essere un problema difficile da curare. Questo non significa che non si debba cercare una soluzione. Tutt’altro!

Scarica gratis l'ebook sulla sindrome dell'intestino irritabile>>
Questa guida viene aggiornata costantemente e può essere copiata e ripubblicata sul tuo sito web a patto di NON modificare in alcun modo i contenuti e il copyright.

Altre risorse e tools sulla sindrome dell'intestino irritabile:
- sindrome dell'intestino irritabile test>>



A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X