Eiaculazione precoce

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Eiaculazione precoce

08-09-2011 - scritto da peppuzzo

Eiaculazione precoce: un disturbo frequente ma curabile

L’eiaculazione precoce è il disturbo dell’eiaculazione più frequente (25-40%).


Una corretta definizione è abbastanza difficile poichè questo disturbo è un problema della coppia e quindi si deve tener conto di una serie di fattori quali ad esempio le caratteristiche orgasmiche della partner ; bisogna considerare inoltre che non esiste un tempo adeguato per ogni coppia secondo cui l’eiaculazione dovrebbe avvenire.
Le cause dell’eiaculazione precoce sono diverse e si possono distinguere in organiche e psicologiche.
Le forme psicologiche appaiono prevalenti (80%) sebbene questa diagnosi è fatta in base all’esclusione di cause organiche.
Le forme organiche di eiaculazione precoce riconoscono cause urologiche, neurologiche e iatrogene.
Tra le cause urologiche ricordiamo il frenulo breve, le patologie flogistiche genitali in particolare le prostatiti e le vescicoliti.
Le cause neurologiche possono essere diverse sia di origine dal sistema nervoso centrale (sclerosi multipla) sia dal sistema nervoso periferico; tra queste ultime ricordiamo la neuropatia alcolica e diabetica.
Tra le forme iatrogene,cioè provocate da cause esterne, ricordiamo quelle secondarie all’assunzione di farmaci per l’ipertensione arteriosa o a scopo neurotrofico (L Dopa, Bromocriptina)
Ricordiamo ancora l’effetto delle droghe (cocaina, anfetamine)
Tra le cause psicologiche responsabili di eiaculazione precoce, ha trovato grandi consensi la teoria secondo cui l’eiaculatore precoce non ha adeguata conoscenza della sensibilità preorgasmica e pertanto non è in grado di inibire il riflesso eiaculatorio, probabilmente per esperienze sessuali che ha avuto precedentemente che sono state condizionanti, rapide o occasionali
L’eiaculazione precoce può verificarsi in varie fasi del rapporto: può manifestarsi nella fase di approccio nei preliminari, oppure sin dall’inizio fino alla penetrazione e al rapporto sessuale oppure può manifestarsi sempre anche nella masturbazione.
Quando l’eiaculazione precoce diventa un disturbo persistente può svolgere effetto deleterio sulla coppia.
Il paziente infatti frustato se non riesce con ripetuti episodi a soddisfare la partner assume un atteggiamento difensivo che lo porta a diradare i rapporti sessuali.
Il rifiuto della partner crea conflitti di relazione nella coppia fino a che l’ansia da prestazione dell’uomo non genera disturbi erettili secondari (difficoltà ad avere erezione o a mantenerla abbastanza).
L’eiaculazione precoce può essere primaria se si manifesta fin dai primi rapporti sessuali, secondaria se interviene dopo un periodo di normalità sessuale.
Un corretto iter diagnostico,eseguito da medico competente urologo/andrologo, prevede una precisa anamnesi generale e soprattutto sessuologica, un’accurata visita medica, indagini di laboratorio ed esami strumentali.
Per questo è necessario rivolgersi dallo specialista che può fare diagnosi corretta ed un adeguato esame obiettivo per valutare eventuali alterazioni del pene e della prostata
Gli esami di laboratorio mirano a valutare l’eventuale presenza di diabete; importanti poi sono gli esami colturali per valutare eventuali infezioni anche da parte di germi non comuni che non vengono sempre ricercati se non richiesti dallo specialista.
Va inoltre valutato obiettivamente il riflesso bulbo cavernoso e le vie somatiche somatosensoriali.
La terapia è variabile secondo l’eziologia e il tipo di eiaculazione precoce.
E’ necessario un colloquio adeguato (counselling) con uno specialista che aiuterà a capirne le cause.
Nelle forme psicologiche esistono metodiche naturali e farmacologiche che aiutano a risolvere il problema restituendo serenità alla coppia.


Dott. Giuseppe Benedetto

Riceve, previa prenotazione, presso:
PoliMedic, Contrà Carpagnon 1, VICENZA tel. 0444-322729

"Per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo sito devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento"

Profilo del medico - peppuzzo

Nome:
GIUSEPPE BENEDETTO
Comune:
VICENZA
Telefono:
0444-993849 segreteria
Professione:
Medico Ospedaliero
Occupazione:
urologo ospedaliero
Specializzazione:
Urologia
Contatti/Profili social:


Articoli che potrebbero interessarti

Ecocuore: a cosa serve, quando si deve fare

Ecocuore: a cosa serve, quando si deve fare

28/09/2021. Il cuore rappresenta l’organo centrale del nostro apparato circolatorio. È posizionato all’interno della gabbia toracica, a sinistra, e assolve alla fondamentale funzione di inviare e ricevere il sangue tramite i vasi...

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Chi Siamo

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X