Epilazione a luce pulsata: tutte le informazioni

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Epilazione a luce pulsata: tutte le informazioni

01-05-2012 - scritto da Viviana Vischi

Cos’è la luce pulsata, come funziona e quali sono le possibili controindicazioni

Risposte alle principali domande sulla tecnologia della luce pulsata

Sempre più spesso si sente parlare di depilazione definitiva grazie alla luce pulsata. Di solito per effettuare il trattamento ci si rivolge ai centri estetici o ai dermatologi. Ma le più moderne tecnologie oggi permettono di utilizzare apparecchiature a luce pulsata anche a casa propria, senza per questo rinunciare all’efficacia e alla sicurezza.

Cos’è la luce pulsata?
La luce pulsata ad alta intensità (IPL, Intense Pulsed Light) è un’apparecchiatura elettronica il cui sistema trae origine dall’esperienza tecnologica del laser. Oggi la luce pulsata ha “soppiantato” il laser per una serie di motivi: perché consente di trattare aree più ampie, perché garantisce una maggiore sicurezza, perché è più versatile ed è più veloce da utilizzare.

Come funziona la luce pulsata?
L’apparecchio a luce pulsata applica energia luminosa con una frequenza predefinita penetrando fino a 3-4 mm di profondità nella pelle e riuscendo così a raggiungere i bulbi piliferi. Il fascio di luce trasferisce energia alla melanina contenuta nel pelo e nella radice e il calore che si crea snatura la struttura del bulbo: se il bulbo si riscalda oltre una precisa soglia termica, la matrice che dà origine al pelo si disattiva per molto tempo.

L’efficacia della luce pulsata
Con questo tipo di epilazione i peli superflui non vengono rimossi per sempre, ma l’esperienza media parla di un notevole rallentamento della ricrescita, anche oltre l’80%, nel corso di 4-6 trattamenti. Con la luce pulsata, in breve tempo, si riduce dunque sia la quantità sia la dimensione dei peli. Perché sono necessarie diverse sedute? Perché ogni pelo ha un suo ciclo di vita e di morte, e solo i peli presenti al momento del trattamento possono veicolare efficacemente il calore al bulbo. Occorre quindi trattare più volte una zona, in modo da colpire i follicoli in tempi diversi.

Luce pulsata e radio frequenza
Gli apparecchi più nuovi abbinano la luce pulsata alla radio frequenza, un’energia che si concentra sul follicolo già surriscaldato, amplificando ulteriormente il calore. Questi impulsi mirati penetrano ancor più in profondità nel derma e colpiscono in maniera ancor più efficace i bulbi piliferi. Ciò permette di poter ottenere ottimi risultati utilizzando bassi consumi complessivi di energia con flash più rapidi e tempi di trattamento significativamente più veloci rispetto ai tradizionali sistemi IPL da casa.

Peli scuri, pelle chiara
Il candidato ideale al trattamento dovrebbe avere la pelle chiara e i peli scuri, perché più il pelo è scuro e più luce può essere assorbita, più la ricrescita viene inibita. Chi invece ha la pelle molto scura non è adatto alla luce pulsata: la regola è che il pelo deve essere più scuro rispetto alla pelle circostante. Gli apparecchi a luce pulsata funzionano su peli neri, marroni o biondo scuro, mentre non sono efficaci su peli biondi, rossi, bianchi e grigi. Qualsiasi zona del corpo è adatta alla luce pulsata, dalle guance in giù (evitare la zona degli occhi). Per quanto riguarda il fototipo, si può prendere in considerazione questa tabella:


Le controindicazioni alla luce pulsata
Gli apparecchi a luce pulsata non vanno usati se nella zona da trattare ci sono tatuaggi, macchie scure (nei, voglie, lentiggini), vene varicose, vene visibili, cicatrici, piaghe, psoriasi, eczema, ustioni, herpes simplex, ferite o eruzioni cutanee. Il trattamento è sconsigliato in gravidanza e allattamento, se si assumono farmaci che fotosensibilizzano (come la pillola anticoncezionale e gli antinfiammatori), se si hanno determinate patologie endocrine (diabete, sindrome dell’ovaio policistico ecc.), se la pelle è troppo scura o abbronzata, se si utilizzano farmaci che possono stimolare la crescita dei peli, come il Minoxidil. In caso di dubbi, e in presenza di malattie gravi, è bene sempre sentire il parere del proprio medico.


A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Cura della pelle durante le terapie oncologiche

Cura della pelle durante le terapie oncologiche

18/05/2021.   Uno dei principali effetti collaterali delle terapie oncologiche è la ricaduta negativa sulla pelle, l’organo più esteso e sensibile del corpo, in questo caso “bersaglio” dell’azione...

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Chi Siamo

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X