Fitness per pigri: come allenarsi con il minimo sforzo

Fitness per pigri: come allenarsi con il minimo sforzo

17-07-2018 - scritto da Paola P.

Fare moto è salutare, ma costa fatica. E allora per i più pigri: come ottenere benefici senza sforzarsi troppo?

Corsa, pesi, addominali: anche chi è pigro può allenarsi e rimanere in forma.

Diciamoci la verità: poltrire è comodissimo. Una goduria per grandi e piccini, per pigri e per attivi. Partendo da questa ovvietà, però, dobbiamo necessariamente compiere un bello scarto e arrivare ad un’altra assodata verità: la sedentarietà non è uno stile di vita salutare.

 

L’essere umano – ci hanno insegnato a scuola – non è progettato per stare fermo. Al contrario, è dotato di un efficiente apparato locomotore fatto apposta per muoversi, in qualunque modo. Siamo creature dinamiche, non statiche. Muoverci, allenarci, significa mantenerci in forma, ma soprattutto garantirci aspettative di vita longeve. Incidenti e eventi imponderabili permettendo.

 

Lo sport, ovvero un’adeguata attività fisica praticata con regolarità, preserva la funzionalità di tutti gli organi interni, accelera il metabolismo e ci aiuta a mantenere il peso forma e a tenere alla larga il diabete. Sono tante le evidenze scientifiche che mettono in diretta relazione la probabilità di ammalarsi di patologie cardiovascolari e di tumori con la sedentarietà. E non a caso citiamo le prime due cause di morte tra la popolazione dei paesi industrializzati.

 

Tutto questo lo sa bene anche il pigrone allergico al fitness. Solo che fa orecchie da mercante, perché sportivi si nasce, e lui (il pigro) “non lo nacque” (tanto per parafrasare il grande Totò). Perché sudare e affannarsi quando è tanto è piacevole destreggiarsi tra letto, divano, scrivania, automobile?  Fare giusto quei due passi necessari per spostarsi in casa o per raggiungere il negozio più vicino, o per transitare dal parcheggio al luogo di destinazione? Scuola, posto di lavoro, centro commerciale.

 

Sei anche tu così? Non te ne crucciare troppo, sei senza dubbio in ottima compagnia. Probabilmente, se sei giovane e normopeso, non la vedi neppure la ragione per cui dovresti dinamizzare il tuo ritmo di vita. Il problema è che i danni della sedentarietà non hanno solo a che vedere con la “ciccia”, e soprattutto, quelli peggiori non li vedi. Lentamente i tuoi muscoli perdono tono, e anche il cuore è un muscolo. Accumuli tossine, il tuo intestino si impigrisce, le difese si abbassano, la tua circolazione non è buona, e la tua pelle invecchia. Sopraggiungono acciacchi come dolori reumatici e i mal di schiena ricorrenti, perché non tieni allenate ed elastiche le articolazioni. E questo è solo l’inizio.

 

Purtroppo allenarsi per stare bene e in salute comporta un certo sforzo che il pigrone non accetta di dover fare. Bisogna pertanto scendere a compromessi e trovare la via giusta per ottenere i benefici indubitabili della vita attiva, ma senza dover sudare sette camicie in palestra. E' possibile? Sì, è assolutamente possibile. Infatti se la pigrizia totale fa male, è però vero che in condizioni di salute basta davvero poco non solo per limitare i danni, ma per prevenirli del tutto.

 

 

Ecco i nostri consigli di fitness per pigri (che derivano da esiti di studi scientifici molto ben documentati):

 

Cammina di più. Dai, ce la puoi fare, basta aumentare un pochino i passi giornalieri. Ad esempio motiva le tue uscite con uno scopo nobile o solo voluttuario. Puoi camminare per guardare le vetrine (non ci si accorge di quanti km si percorrono nei centri commerciali o nelle vie dello shopping!), per andare dai tuoi amici, oppure ad un appuntamento speciale con la tua dolce metà. Se non ti piace camminare da solo, puoi farlo con qualcuno, creare persino un gruppo apposta. Quanto devi scarpinare? Non tanto, basta mezzora al giorno per mettere al sicuro il tuo cuore.

 

A piccole dosi. Non immaginare di dover fare esercizio per ore prima di ottenere dei benefici. La cosa più utile è quella di mixare il tipo di allenamento alternando sessioni più intense con altre rilassanti. Ad esempio, puoi pedalare (in bici o fare la cyclette) per 5 minuti slow, poi accelerare moltissimo per mezzo minuto, quindi riprendere a pedalare slow. Il tutto per 15 minuti al giorno. Se ti sembra faticoso… 

 

Fai una corsa di 5 minuti al giorno. Stessa cosa del punto precedente. Sapevi che bastano questi pochi minuti di running quotidiani per ridurre già il rischio di morte prematura?

 

Fa’ pesi, a modo tuo. Non pensare ai pesi dei body builder, ti bastano due bottigliette d’acqua da mezzo litro. Fare un po’ di pesi, diciamo 5 minuti al giorno, è un ottimo modo per tenere i muscoli allenati, ma anche per ridurre nelle donne il rischio di osteoporosi, che aumenta dopo la menopausa. Questo semplice esercizio inoltre migliora anche il tuo metabolismo e ti aiuta a bruciare gli zuccheri. Ne vale la pena!

 

Premiati. Gli incentivi valgono sempre quando si tratta di cambiare abitudini. Scegli, ovviamente, un premio non dannoso per la tua salute: quindi no a un dolce farcito, ma sì ad un piccolo piacere innocuo o persino un premio in denaro. Ogni volta che ti alleni metti da parte due euro in un salvadanaio apposta. Alla fine dell’anno ti troverai la somma giusta per una piccola, strameritata vacanza!

 

 

Foto | via Pixabay.com 

Fonte | theguardian.com 

 



A cura di Paola P.
ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+



Articoli che potrebbero interessarti

Gli infortuni nello sport

Gli infortuni nello sport

26/08/2016. Uno stile di vita attivo, fatto anche e soprattutto di uno sport che sia adatto alla propria età e alle proprie condizioni di salute, è uno dei segreti della longevità. Lo sport è importante per il corpo e per...

Fitness, sport, attività fisica

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X