Flavonoidi dei semi di cacao controllano ipertensione colesterolo e diabete tipo II

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Flavonoidi dei semi di cacao controllano ipertensione colesterolo e diabete tipo II

14-07-2011 - scritto da Prof.ssa Virginia A. Cirolla

Flavonoidi dei semi di cacao controllano ipertensione colesterolo e diabete tipo II

Una ricerca dell'Harvard Medical School rivela che colesterolo e diabete si controllano grazie al cacao.

I flavonoidi contenuti nei semi di cacao fanno diminuire la pressione arteriosa, le pareti delle arterie ci guadagnano in elasticità, il colesterolo buono aumenta e quello cattivo diminuisce - e il pericolo di sviluppare il diabete di tipo 2 si allontana: a sostenerlo è uno studio condotto dall'Harvard School of Medicine che ha messo insieme i dati raccolti da 21 studi differenti per un totale di 2575 casi analizzati.

Oltre a ridurre la pressione sanguigna e migliorare la salute di vene e arterie, i flavonoidi del cacao - antiossidanti che si trovano in frutta, verdura, tè, vino e caffè - sono in grado di far diminuire anche i trigliceridi presenti nel sangue, spiegano i ricercatori. Nessuna indicazione da parte degli studiosi, però, circa la quantità giornaliera da consumarne: il cacao si può infatti trovare in commercio come ingrediente di diversi tipi di cioccolato, che però contengono anche zuccheri e grassi aggiunti di cui non si possono ignorare gli "effetti collaterali".

I grassi saturi interferiscono con la capacità del corpo di eliminare gli zuccheri dal sangue e se vengono combinati con il caffè, l'impatto può essere anche peggiore". Lo zucchero nel sangue "per lunghi periodi è malsano - ricorda - perché può pretendere un tributo dagli organi". Lo studio, pubblicato sul 'Journal of Nutrition', è il primo a esaminare gli effetti di grassi saturi e caffeina sui livelli di zucchero nel sangue." I grassi e la caffeina interrompono le comunicazioni tra lo stomaco e il pancreas, che e' responsabile della produzione degli ormoni che regolano il metabolismo degli zuccheri. Questo impedisce di abbassare il livello di glucosio nel sangue. Ciò che si mangia a pranzo può avere un impatto su come il corpo reagisce al cibo nel corso della giornata.





www.studiomedicocirolla.it
_______________________________________




Prof.ssa Virginia A.Cirolla
MD,PhD in Experimental And Clinical Research Methodology in Oncology Department of Medical and Surgical Sciences and Translational Medicine "Sapienza" University of Rome
National President A.I.S.M.O. ONLUS
www.studiomedicocirolla.it
www.aismo.it

Profilo del medico - Prof.ssa Virginia A. Cirolla

Nome:
Virginia Angela Cirolla
Comune:
ROMA
Telefono:
0645477448 3396769115, 3930944388, 3335230409
Azienda:
A.I.S.M.O. ONLUS
Professione:
Ricercatore
Posizione:
PRESIDENTE NAZIONALE
Occupazione:
MEDICO CHIRURGO SENOLOGO/TITOLARE CENTRO DI FORMAZIONE ANFOS/DIRETTORE SANITARIO A.I.S.M.O. ONLUS
Specializzazione:
Oncologia Medica, Medicina alternativa, Chirurgia generale, Perf in Ecografia, Senologia, Master Format. ANFOS, Master Agopuntura, Dottorato Ricerca Oncologica
Contatti/Profili social:
email email sito web facebook twitter google plus linkedin


Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X