Gambe in forma, in barba al caldo!

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Gambe in forma, in barba al caldo!

11-04-2011 - scritto da Viviana Vischi

Pesantezza, gonfiore, varici e capillari rotti: una situazione comune, specie per chi trascorre molte ore seduta o in piedi, e che peggiora con il caldo

Per avere gambe in forma bisogna dare un taglio alle cattive abitudini e intervenire con prodotti mirati

Gambe in forma, in barba al caldo!

Le vene varicose, quelle antiestetiche ramificazioni rosse o bluastre che rischiano di segnare le gambe, sono un disturbo diffusissimo che attanaglia soprattutto le donne. Moltissime donne. Dette anche varici, sono vene che si gonfiano a causa dell’anomalo ristagno di sangue.
Ma quando pensiamo alle gambe c’è anche un altro problema veramente odioso: quello dei capillari “rotti”. Stiamo parlando di quelle minuscole venuzze che progressivamente si sono dilatate sino a perdere il tono muscolare e a “sfiancarsi”: il risultato prende la forma di piccole lesioni anch’esse di colore rossastro o bluastro dette teleangectasie.
Sia le varici sia i capillari dilatati sono generalmente da ricondurre alla cosiddetta insufficienza venosa: le pareti dei vasi si indeboliscono e il sangue fatica a risalire dai piedi verso il cuore, ristagnando lungo le gambe. Di qui, appunto, le varici, i capillari superficiali, poi gonfiori, senso di pesantezza, formicolii, prurito e… ebbene sì, pure la cellulite! Quando il flusso sanguigno rallenta, infatti, i tessuti adiposi si infiammano diventando duri e pastosi. Con il caldo i disturbi alle gambe si accentuano, poiché il calore richiama sangue nei capillari, provocando la dilatazione dei vasi superficiali e l’ulteriore rallentamento della circolazione.
Per interrompere questo circolo vizioso, non resta che dare un taglio alle cattive abitudini. E intervenire con prodotti mirati. Una costante attività fisica, il controllo dell’alimentazione e del peso, dire addio al fumo, ai tacchi troppo alti e ai vestiti troppo stretti sono tra le prime regole da seguire per ritrovare gambe in salute. Il consiglio è valido per tutte, ma ancor di più per chi è costretta a trascorrere molte ore seduta o in piedi. Se ciò non basta, largo alla cumarina, una sostanza naturale molto efficace che migliora la microcircolazione e riassorbe il gonfiore!
Abbinata all’acido jaluronico e ad altri preziosi estratti vegetali, come vite rossa, edera, mirtillo, rusco e centella asiatica, la cumarina contrasta l’infiammazione, aumenta il drenaggio e svolge una sana azione tonificante e riparativa dei vasi superficiali. Inoltre, in sinergia con minerali come magnesio, zinco e rame, restituisce vitalità e freschezza alla pelle.
Certamente, una crema a base di questi importantissimi elementi naturali non può far sparire del tutto varici e capillari sfiancati (per fare ciò occorrono trattamenti laser, estetici o interventi chirurgici specifici, spesso comunque gravati da possibili recidive), ma il suo uso sistematico assicura una piacevole sensazione di benessere e di freschezza, una progressiva riduzione del ristagno di liquidi e un netto miglioramento dell’aspetto delle gambe.



A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Cistite ricorrente: un problema femminile

Cistite ricorrente: un problema femminile

10/06/2019.   La cistite è la più comune tra le cosiddette IVU (infezioni alle vie urinarie), e sembra che abbia una particolare predilezione per il sesso femminile. Sono le donne, infatti, sia giovani che...

Salute donna

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X