Gli alimenti con più vitamina D? I funghi!

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Gli alimenti con più vitamina D? I funghi!

07-09-2013 - scritto da Paola Perria

Non solo esporsi al sole consente di fare il pieno di questa vitamina, anche ciò che mangiamo conta

I funghi sono un'ottima fonte di vitamina D e anche un prodotto gastronomico prelibato. Approfittiamone!

Gli alimenti con più vitamina D? I funghi! La vitamina D è, come sappiamo, fondamentale per la crescita, e per la salute di ossa e denti. Gli alimenti che la contengono, però, non sono tanti, motivo per cui i medici e i pediatri insistono sull'importanza di esporre i bambini e i teenagers in fase di sviluppo alla luce del sole non solo in estate. Ma questa buona e salutare abitudine vale anche per chi bambino non lo sia più, e pertanto sia a rischio di osteoporosi e riduzione della densità ossea come le donne in post menopausa e le persone anziane in generale. Sappiamo che con l'età, infatti, il calcio nelle ossa tende a ridursi sempre più rendendole fragili e porose, soggette a fratture.

Non sempre e non ovunque, però, è possibile esporsi ai raggi solari, soprattutto laddove gli inverni siano lunghi e nebbiosi o quando il tipo di lavoro o lo stile di vita impediscano di poter vivere all'aria aperta e fare il pieno di luce. Si pensi solo a chi fa lavori notturni, e magari buona parte del giorno la trascorre in casa, o chi lavori comunque in luoghi chiusi come uffici e fabbriche. O ancora, ci sono tutti coloro che non amano il caldo o si sentono a disagio ad uscire nelle ore di maggior luce.

Per non incorrere nel rischio di carenze di vitamina D, preziosa, come abbiamo visto, per la salute delle nostre ossa e dei nostri denti, ma anche per tutta l'attività ormonale della tiroide e delle ghiandole endocrine, bisogna puntare sull'alimentazione. Esistono integratori di vitamina D ma questi supplementi non vengono assimilati bene quanto il cibo "vero". Dove troviamo, perciò, abbastanza vitamina D per colmare il nostro fabbisogno giornaliero?

Ebbene... la troviamo in 3-5 funghi tipo champignon (o prataioli). Sorpresi? Magari sì, infatti di solito quando si parla di cibi ricchi di vitamina D si citano le frattaglie, il fegato di merluzzo, le uova eccetera. Invece i funghi più "modesti" ed economici, ma sempre molto gustosi, che troviamo in commercio, versatili e poco calorici, ci apportano una buona quota di questa vitamina.

A sostenerlo i ricercatori australiani della Sidney Medical School coordinati dalla dott.ssa Rebecca Mason, che però fornisce un prezioso consiglio su come consumare i funghi per "caricarli" al massimo di vitamina D. In pratica non c'è che da innescare un processo fotochimico casalingo esponendo un piatto di funghi freschi alla luce del sole per qualche ora prima di cuocerli o di consumarli crudi (magari in insalata).

Ricapitolando, questo prossimo autunno, quando avrete tra le mani i primi funghi della stagione, ricordate di fargli fare un bel bagno di luce solare
prima di trasformali in quella fumante e aromatica zuppa così squisita...





Foto| via Pinterest

A cura di Paola Perria, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master I livello in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere.
Profilo Linkedin di Paola Perria
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X