Gli alimenti più ricchi di vitamina D

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Gli alimenti più ricchi di vitamina D

17-05-2013 - scritto da Paola Perria

E' indisensabile per fissare il calcio nelle ossa e mantenerci forti e sani: vediamo quali cibi contengono la vitamina D

Gli alimenti che si rivelano fonte importante di vitamina D

Gli alimenti più ricchi di vitamina D La D è una vitamina talmente preziosa che una sua carenza può portarci ad un rapido declino fisico, e, nell'età della crescita, a malattie delle ossa gravi come il rachitismo e denti fragili. In effetti proprio le nostre ossa, per crescere sane e forti e mantenersi tali hanno necessità di questa vitamina, perché è grazie ad essa se possiamo assimilare e fissare il calcio assunto attraverso l'alimentazione. Avete fatto caso che quando si parla del rischio osteoporosi a cui vanno incontro soprattutto le donne over 50, durante e dopo la menopausa, si pone l'accento sull'importanza di associare al calcio (di cui aumenta il fabbisogno) proprio la vitamina D?

Le due sostanze vanno "a braccetto", per questo è cruciale sapere quale sia il nostro fabbisogno di questa vitamina e come possiamo assicurarcelo. Ci sono due modi per assimilare la vitamina D (o colecalciferolo): attraverso l'esposizione ai raggi solari, e con l'alimentazione. Nel primo caso, l'azione del sole consente ad una provitamina presente nella nostra pelle - il deidrocolesterolo - di sintetizzare la vitamina D e metabolizzarla.

Essa poi, viene "attivata" nei reni e nel fegato e comincia ad esercitare la sua azione benefica sulle ossa, sulle ghiandole endocrine e sul metabolismo. Per questo motivo è importante non demonizzare il sole e i raggi UV, perché essi non sono solo portatori di danni cutanei e malattie gravi come il melanoma, essi sono vita, ricordiamocelo. Naturalmente è sempre molto importante proteggere la pelle con adeguati filtri solari quando ci esponiamo alla sua luce. Veniamo, però, al secondo modo per approvvigionarci di vitamina D: l'alimentazione. Quali cibi la contengono? Non sono tanti, ecco la lista:

  • Oli di pesce, in particolare l'olio di fegato di merluzzo (disponibile anche sotto forma di integratori)
  • Pesci grassi dei mari nordici come aringhe e salmone, ma anche le sardine, il tonno, la trota e il pesce spada
  • Uova
  • Burro e latte (minime concentrazioni)
  • Soia
  • Caviale
  • Funghi
  • Molluschi di mare
Qual è il nostro fabbisogno di vitamina D? Dipende dall'età e dal peso, per un individuo adulto (maschio o femmina), non deve superare i 10 mg al giorno. E' importante non accumulare troppa vitamina D perché questo potrebbe portare a scompensi soprattutto a livello renale. Ricordiamoci che una buona esposizione al sole (intesa anche come passeggiate e uscite frequenti nelle belle giornate), e una dieta in cui il pesce non manchi, ci consente di immagazzinare abbastanza vitamina D per poter stare tranquilli tutto l'anno.


Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X