Gravidanza isterica o falsa gravidanza

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Gravidanza isterica o falsa gravidanza

17-05-2013 - scritto da Cinzia Iannaccio

I sintomi e le cause della pseudociesi, la falsa gravidanza

La gravidanza isterica non è una leggenda... Ecco come si sviluppa e come affrontarla

Gravidanza isterica o falsa gravidanza Siamo abituati a definirla come gravidanza isterica, ma il nome scientifico è pseudociesi (dal greco: falsa gravidanza). La condizione è nota da molto tempo, ma solo di recente si è cominciato ad identificarla come una vera e propria patologia, di natura psichica: è un classico esempio di malattia psicosomatica. La donna è talmente convinta di essere incinta che sviluppa tutti i classici sintomi della gestazione e più questi visibilmente si manifestano e maggiore si fa il convincimento.

Quali sono questi sintomi? Proprio quelli dell’inizio di una gravidanza (o del suo eventuale proseguo): amenorrea (ovvero mancato ciclo mestruale), pancia che tende ad aumentare di volume, tensione mammaria ed aumento del seno, aumento di peso, nausea e vomito ed in alcuni casi anche cambiamenti nel capezzolo tipici della gestazione, come pure la perdita di simil-gocce di latte, e sensazione di sentire i movimenti fetali. Alcune donne arrivano in ospedale in condizioni tipiche del travaglio e delle doglie: si tratta di una casistica minima, perché già di per se stessa la gravidanza isterica è una condizione rara, ma comunque documentata.

Le cause? Sono riconducibili ad una situazione di stress emotivo che in qualche modo è legata alla maternità e alla gravidanza: desiderio di un figlio, infertilità, aborti spontanei ricorrenti, pregresso aborto volontario, inizio menopausa; ma anche situazioni ben più drammatiche come il timore forte di avere un figlio (documentati dal punto di vista clinico casi di donne vittime di violenza sessuale ed incesto). Tutto ciò provoca uno stress in grado di interagire con la produzione degli ormoni tipici della gravidanza, come la prolattina: da qui i sintomi reali e non immaginati.

Chiaramente al momento dei primi test per la gravidanza si evince che il bambino non c’è, che si tratta di una gravidanza isterica: basta l’analisi del sangue, delle urine, soprattutto un’ecografia per confermare l’assenza di una reale gestazione. A questo punto la donna avrà bisogno di un grande sostegno per superare il trauma che diventa equivalente alla perdita di un figlio desiderato, oltre ad essere più sconvolgente nel realizzare che tutto era frutto della sua mente.

Fondamentale però, prima ancora di questa fase, sarà per il medico ginecologo comprendere cosa effettivamente ha provocato l’amenorrea e gli altri sintomi: per avere una diagnosi certa di falsa gravidanza bisogna escludere tutte le altre patologie che comportano i medesimi disturbi, ovvero una gravidanza extrauterina, obesità grave, tumore. Mi viene difficile immaginare il dolore nell’animo di una donna che si trova a vivere una situazione del genere: certe ferite sono difficili da sanare, non credete anche voi?

Foto: Flickr


Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X