Il cioccolato fa dimagrire? Non proprio, ma fa bene

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Il cioccolato fa dimagrire? Non proprio, ma fa bene

03-11-2014 - scritto da Roberta Madonna

Un consumo moderato di cioccolato al giorno aiuta l'organismo a stare meglio e a controllare l'appetito

I benefici del cioccolato per la salute e la linea

Il cioccolato fa dimagrire? Non proprio, ma fa bene

Secondo recenti studi, sembrerebbe che consumare cacao quotidianamente non solo aiuti ad apportare considerevoli benefici alla salute, ma favorirebbe persino il controllo del peso corporeo. Così il cioccolato extrafondente, avente percentuali di cacao superiori al 70%, nonostante sia un prodotto molto calorico - 100 g apportano mediamente tra le 500 Kcal e le 550 Kcal - , se assunto regolarmente in piccole quantità (ragionevolmente pari a circa 8-10 g al giorno) gioverebbe sia al tono dell’umore che alla linea.

Ciò non significa che il cioccolato faccia dimagrire, ma che apporti qualche beneficio sì: il cacao farebbe infatti parte di quella ristretta cerchia di alimenti che, grazie al loro contenuto in triptofano, precursore della serotonina, svolgono un ruolo importante nella regolazione del sonno, della sessualità, dello stato emotivo e dell’appetito.

Sembra, inoltre, che il cioccolato extrafondente abbia un effetto cardio-protettivo, grazie al suo contenuto in flavonoidi, epicatechina e proantocianine in particolare, dotate di un elevato potere antiossidante e capaci, pertanto, di impedire efficacemente l’ossidazione del colesterolo “cattivo” o colesterolo LDL. Anche alcuni grassi contenuti nel cacao pare possano contribuire, sempre se consumato con moderazione e nelle giuste proporzioni, ad innalzare i livelli di colesterolo “buono” o HDL e abbassare quelli del colesterolo LDL.

I polifenoli, inoltre, impedirebbero che le piastrine formino dei coaguli, responsabili della formazione di trombi ed, ancora, sembra che siano addirittura capaci di regolare il tono vascolare e di intervenire sul grado di restrizione del lume dei vasi sanguigni.

La teobromina, invece, agirebbe stimolando la funzionalità renale, favorendo la diuresi con un valido effetto depurativo e regolatorio sulla pressione sanguigna.

La ricchezza in magnesio, poi, renderebbe questo alimento adatto a quei soggetti che hanno la tendenza a soffrire di crampi muscolari o agli sportivi.

Consumare giornalmente, ma con parsimonia, cioccolato extra-fondente aiuterebbe, tra l’altro, a proteggere la pelle dagli effetti nocivi dei raggi UV, proprio grazie alla sua ricchezza in antiossidanti; in più, sembra che il cacao possa migliorare il grado di idratazione della pelle, oltre che prevenire l’insorgenza di eritemi.

È da sottolineare, tuttavia, che si tratta, in ogni caso, di un alimento non indicato per chi soffre di gastrite, di reflusso gastroesofageo, di ulcera peptica, di coliche e di emicrania. Anche i soggetti con calcoli renali dovrebbero limitarlo, in quanto l’acido ossalico presente nel cioccolato forma insieme al calcio dei sali insolubili, che tendono a depositarsi a livello dei reni.



A cura di Roberta Madonna, Biologo Nutrizionista Specialista in Biochimica Clinica, dal 2008 si occupa di Nutrizione Umana Fisiopatologica, Dietetica Clinica, Nutrizione Sportiva ed Educazione Alimentare.
Profilo Linkedin di Roberta Madonna
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.

Profilo del medico - Roberta Madonna

Nome:
Roberta Madonna
Comune:
Santa Maria Capua Vetere
Telefono:
3409514668
Occupazione:
Biologo Nutrizionista Specialista in Biochimica Clinica
Contatti/Profili social:
email sito web


Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X