Il dono delle api all’uomo

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Il dono delle api all’uomo

10-02-2010 - scritto da Viviana Vischi

Raffreddore, tosse e mal di gola: il toccasana naturale si chiama propoli

Proprietà benefiche della propoli

Il dono delle api all’uomo La tosse: con l’arrivo dei primi freddi diventa un sintomo “classico”. E’ un importante riflesso naturale che serve a liberare le vie respiratorie e la trachea da sostanze irritanti, corpi estranei, dal muco in eccesso, da virus e batteri. Può essere secca o grassa, cioè quando c’è una più elevata produzione di muco, e spesso è associata all’influenza.
Domanda: ma se il virus influenzale, quello vero, non è ancora in giro, perché tanta gente da giorni è già alle prese con tosse e mal di gola? Risposta: perché altre cause – molto più probabili in questo periodo - possono essere il semplice raffreddore e gli altri malanni stagionali. In questi casi la febbre è bassa (non oltre 37,5 gradi) e il senso di malessere è lieve, senza dolori muscolari né forti mal di testa.
Sia che si tratti di influenza sia di altri virus sia, ancora, di allergia, in tutti i casi reprimere la tosse non va affatto bene, perché può causare danni alle vie respiratorie. Ma anche non curarla non è un’idea propriamente furba: più si tossisce, infatti, più si irritano le mucose e più aumentano i colpi di tosse.
In alternativa ai medicinali, a dare una grossa mano alla gola infiammata e “affaticata” come sempre ci pensa la natura. Un esempio: la propoli.
La propoli è una sostanza di origine vegetale, che viene prodotta dalle piante per ricoprire e proteggere gemme e cortecce. Le api la raccolgono e la trasformano con i propri enzimi digestivi per utilizzarla all’interno degli alveari come materiale di costruzione e come scudo di difesa da agenti atmosferici e dall’intrusione di eventuali predatori. All’interno degli alveari, poi, la propoli contribuisce anche a rendere asettico l’ambiente e a mantenerlo pulito.
I sacerdoti Egizi usavano la propoli per mummificare le spoglie dei faraoni, gli antichi Romani la davano in dotazione ai soldati per curare le ferite dopo le battaglie. La medicina moderna sfrutta questo prodigioso regalo della natura come arma contro numerosi disturbi ma anche come integratore alimentare.
Tra le sue tante virtù, la propoli ha spiccate proprietà antibatteriche, tanto che ancora oggi è considerata un vero e proprio antibiotico naturale: contrasta i germi nocivi, favorisce i processi di difesa dell’organismo e svolge una valida azione su molti ceppi di virus, tra cui quelli influenzali e parainfluenzali. E’ efficace contro il mal di gola, le infiammazioni delle vie respiratorie e quelle della bocca. Tutto merito dei flavonoidi ma anche degli acidi grassi, degli aminoacidi, delle vitamine e dei sali minerali contenuti al suo interno.
La propoli ripristina la corretta fisiologia delle prime vie respiratorie, lenisce e protegge la mucosa nasale, sostiene l’organismo nei periodi di stress e di calo delle difese immunitarie e favorisce le difese organiche soprattutto in vista dei mesi freddi. Insomma, più che un insieme di resine è... un vero regalo delle api all’uomo.


A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X