Il secondo trimestre di gravidanza

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Il secondo trimestre di gravidanza

08-09-2011 - scritto da Viviana Vischi

Tutte le informazioni e i consigli dalla quattordicesima alla ventisettesima settimana di gravidanza (secondo trimestre)

Cosa succede nel secondo trimestre di gravidanza

Rispetto al primo trimestre di gravidanza inizierete a sentirvi meglio, recupererete energie ed i disturbi tipo nausea e vomito inizieranno a ridursi. Nel secondo trimestre di gravidanza capezzoli ed areole mammarie aumentano di dimensione e assumono un colore più scuro. Continua l’aumento di peso, è importante bere molta acqua e seguire una alimentazione moderata ma molto variata (mangiare poco ma di tutto, cinque piccoli pasti sono meglio di pasti abbondanti).

Dopo la sedicesima settimana, la gravidanza è evidente, muscoli e legamenti si rilassano, il punto vita tende a scomparire. Nel secondo trimestre di gravidanza i movimenti del bambino possono essere percepiti dalla madre che piano piano imparerà a riconoscerli. Può esservi un aumento della pigmentazione cutanea in tutto il corpo talvolta più evidente sul viso (cloasma gravidico o maschera della gravidanza). In questo periodo si potrà sentire un po’ di stanchezza, sarà utile indossare scarpe comode e riposare tenendo le gambe alzate ponendo attenzione a non comprimere il polpaccio. Aumenta la sudorazione.

Secondo trimestre di gravidanza: dalla 14a alla 27a settimana

Con i movimenti il bambino inizia a comunicare con la madre ed a conoscerla familiarizzando con il battito cardiaco, i movimenti intestinali, il suono della voce, risente della stanchezza e dell’umore materno, trova giovamento nella tranquillità e nella gioia della mamma. Iniziano a formarsi l’emotività e le reazioni del bambino, che porterà con sé per sempre anche in virtù di questa prima esperienza formativa emotiva che soltanto in anni più recenti ha visto riconosciuta la propria importanza.

A questo punto è già una piccola persona che manda e riceve messaggi, per ora senza parole ma molto chiari, già dorme, si agita, prova piacere e dispiacere iniziando a conoscere ciò che avviene intorno anche se non sa cosa è, il tutto mediato attraverso le reazioni materne. In pratica siete in due ma la donna non deve mangiare per due, anzi deve porre attenzione all’alimentazione che deve essere varia e senza eccessi.

Il secondo trimestre di gravidanza è un momento ricchissimo di emozioni. La pancia cresce il corpo si modifica ed il vostro orgoglio di future mamme è evidente. Nella coppia si parla sempre più spesso di questo figlio che sta per nascere, del proprio diventare famiglia restando coppia, frequenti sono i sogni ad occhi aperti, le aspettative ma anche le paure sulla “normalità” e sono paure comuni a tutte le donne e tutte le coppie. Le paure non sono altro che il riflesso di insicurezze tipiche della gravidanza. Parlarne in due vi aiuterà a non sentirvi sole e sarà utile esprimere paure e domande al vostro ginecologo, magari scrivendole via via in un foglietto per evitare che al momento della visita restino domande non espresse.

Non mimetizzate il vostro corpo, guardatelo con dolcezza, prendetevi cura di voi, mostrate con orgoglio la vostra “pancia”. L’ingrossamento delle mammelle e dell’addome può essere causa di smagliature cutanee dovute allo stiramento dei tessuti sottocutanei, sono prima rosate e poi biancastre. Le smagliature compaiono anche indipendentemente dalla gravidanza ma è ovvio che in questo caso sono più facili. È utile bere molta acqua e mantenere idratata la pelle con creme ed oli ma soprattutto è importante evitare di ingrassare troppo e troppo in fretta durante la gravidanza o allattamento e dimagrire troppo e troppo rapidamente dopo il parto.

Per l’alimentazione è utile ridurre il sale perché aumenta la ritenzione idrica, causando gonfiori soprattutto agli arti. Possono essere presenti in questo periodo disturbi digestivi, stitichezza, sonnolenza ed all’opposto una vera insonnia, prurito e crampi muscolari, sono tutti fenomeni normali in gravidanza ma anche noiosi, dunque è importante parlarne al vostro ginecologo che una volta accertato che non sono sintomi di altre alterazioni vi potrà aiutare ad attenuarli.

Nel secondo trimestre di gravidanza i movimenti fetali che inizierete a sentire potranno essere tipo batter d’ali di farfalle o onde sulla ghiaia oppure più prosaicamente come bolle d’aria intestinale ma sicuramente vi rassicureranno e costituiscono i primi colloqui con il vostro bambino. Il confronto anche con altre donne vi renderà più tranquille sentendo che i vostri timori sono comuni a tutte e dunque normali e superabili.

In coppia parlate di paure e sogni e non trascurate la richiesta di coccole né il bisogno di sfogarvi con il partner e non stupitevi se siete più irritabili lui saprà capire. Non evitate i contatti erotici e sessuali che anzi danno benessere agendo come e fin dove entrambi volete, non vi è niente di proibito, anzi stimolate la vostra curiosità per posizioni e carezze.

È importante restare coppia anche se si diventa famiglia senza forzarvi per accontentare lui o forzare lui. Restare coppia vivendo la propria intimità ed aggirando la probabile eccessiva ingerenza degli altri, soprattutto familiari e ricordatevi che quasi sempre vengono raccontati di più gli aspetti negativi che quelli positivi. Cercate di vivere i cambiamenti del corpo con gioia.

Articoli correlati:
- Il primo trimestre di gravidanza
- Il terzo trimestre di gravidanza

ASSOCIAZIONE ITALIANA EDUCAZIONE DEMOGRAFICA

Per altre info sui 9 mesi di attesa, sull'essere mamma e sull'alimentazione e salute del bambino confrontati con la Community di Forumsalute all'interno della sezione dedicata a Gravidanza, genitori e figli.



A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Tappo mucoso: cos’è e come è fatto

Tappo mucoso: cos’è e come è fatto

02/09/2021. Ecco che ha avuto inizio il meraviglioso viaggio che ti porterà presto ad abbracciare il tuo bambino. Difficile contenere le emozioni che ti pervadono e che magari cambiano di giorno in giorno. E se ci sono momenti in cui la...

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Chi Siamo

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X