In vacanza con i bambini in montagna

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

In vacanza con i bambini in montagna

11-07-2013 - scritto da Cinzia Iannaccio

Riflessioni e consigli per chi porterà i bimbi in montagna per le vacanze

Suggerimenti utili per una vacanza serena in montagna con i bimbi

In vacanza con i bambini in montagna State organizzando le vacanze con i vostri bambini e vorreste andare in montagna? Una scelta che ha il sapore del divertimento all’insegna della natura, dello sport ed anche, perché no, del relax. Bando quindi alle perplessità e via alla prenotazione. Proviamo però a riflettere insieme su alcune cose importanti da sapere al riguardo.

Prima di tutto è vero che l’aria di montagna è fresca e fa bene alla salute, ed un bimbo sano può soggiornare a qualunque altitudine ed ogni età: sopra i 2.500/3.000 metri però c’è bisogno di un pochino di adattamento, perché si può sviluppare quella che viene definita come "malattia da alta quota" o "mal di montagna".

La minore quantità di ossigeno può comportare i seguenti sintomi: mal di testa, vertigini, affanno e battito cardiaco accelerato al minimo sforzo, anche in corrispondenza di una breve passeggiata, senso di stanchezza ed insonnia. Questi disturbi un genere passano in 48/76 ore, ma non bisogna dimenticare che in casi rari (il 4% circa) relazionabili ad uno sforzo eccessivo si possono avere serie complicanze polmonari o cerebrali. Ma questo vale anche per gli adulti e non solo per i bimbi.

L’importante è salire in quota con gradualità (fermandosi a soggiornare magari a quote intermedie) e attendere con un po' di relax prima di iniziare le attività sportive. Per i casi lievi di mal di montagna basterà far riposare il bimbo per 2/3 giorni, idratarlo, ed usare il comune paracetamolo per il mal di testa. Se il bimbo invece vomita ripetutamente, sta molto male, dimostra uno stato confusionale, ha difficoltà a parlare, respirare o deambulare è opportuno rivolgersi immediatamente ad un medico e trasportare il bambino (seduto e non sdraiato) a quote più basse.

Se, come da prassi più comune, ci si limita ad una vacanza in montagna ad altitudini inferiori ai 2.500 metri basta usare le normali regole del buon senso:



  • evitare di raccogliere e mangiare funghi, bacche o qualunque altra pianta

  • non bere l’acqua dei ruscelli a meno che una guida non vi dica che sia sicura

  • non fidatevi di latte fresco appena munto e latticini fatti in casa

  • no ai bagni nei torrenti e fiumi

  • per le escursioni vanno preferiti pantaloni lunghi e scarponcini alti ben allacciati: nei sentieri si possono trovare varie insidie, vipere comprese.
Per il resto….Buon divertimento. A proposito, avete nel cuore qualche luogo di montagna da suggerire?

Foto: Flickr

A cura di Cinzia Iannaccio, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2007, blogger, specializzata nel settore della salute e del benessere.
Profilo Linkedin di Cinzia Iannaccio
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X