Influenza e malattie da raffreddamento: la prevenzione dolce

Influenza e malattie da raffreddamento: la prevenzione dolce

27-11-2017 - scritto da Paola Perria

Alimentazione e rimedi dolci rinforzano il sistema immunitario e ci proteggono dalle malattie "del freddo".

Liberi dall'influenza con i rimedi naturali e i cibi giusti.

 

Non è mai troppo presto per iniziare a proteggerci dai classici malanni della stagione fredda, a partire dall’influenza. Come ogni autunno, dobbiamo infatti ricordarci che l’arrivo di piogge e perturbazioni, e il concomitante calo delle temperature che comporta una brusca escursione termica, favoriscono anche la proliferazione di virus e batteri. Sono quei microrganismi responsabili di provocare le tipiche patologie che colpiscono l’apparato respiratorio, in particolare la “triade” naso-gola-orecchie, e, a partire dal tardo autunno, anche l’influenza.

 

Per l'influenza sono disponibili i vaccini per le categorie a rischio di complicanze, come i neonati, le donne in gravidanza, gli over 65 e i malati cronici, ma anche i professionisti che siano a stretto contatto con tali categorie (medici, infermieri, insegnanti ecc.). Per tutti gli altri soggetti, e quindi gli individui adulti in buona salute, è sufficiente agire di prevenzione. Come?

 

C’è solo un modo: rinforzando il nostro sistema immunitario. In questi casi la miglior difesa è proprio la… difesa! Il che consiste nel dotarci di una robusta armatura che ci renda più resistenti agli attacchi dei principali germi patogeni, in particolare i virus delle sindromi parainfluenzali, dei raffreddori che colpiscono le vie respiratorie, e il virus dell’influenza vera e propria. Stimolare in modo efficace i nostri anticorpi significa giocare d’anticipo, ovvero prima che le epidemie di queste fastidiose malattie da freddo si diffondano.

 

Tra gli strumenti che abbiamo a disposizione, la dieta è il più prezioso. Ci sono cibi più adatti di altri a stimolare la risposta immunitaria e renderci meno vulnerabili alle infezioni, soprattutto quelle virali. Vediamo quali sono queste sostanze e in quali cibi stagionali le possiamo trovare.

 

  • Vitamina C: potente antinfiammatorio e antiossidante che troviamo in agrumi, kiwi, cavoli, peperoni, tutti da consumare rigorosamente crudi;
  • Vitamina B6: serve per la produzione degli anticorpi e dei linfociti T del sistema immunitario. La troviamo nei cereali integrali, nei legumi, nelle uova, nelle animelle, negli spinaci e nelle banane, nella frutta secca, nelle patate;
  • Betacarotene: pigmento che nel nostro corpo si trasforma in vitamina A, importante per mantenere integri pelle e mucose e rendere più difficile la proliferazione dei germi. Si trova in carote, peperoni, zucca, broccoli. Questo antiossidante si assimila previa cottura dei cibi che lo contengono;
  • Vitamina E: migliora la risposta difensiva dell’organismo. La troviamo negli oli vegetali a crudo tra cui l’extravergine d’oliva e nella frutta secca a guscio;
  • Minerali come zinco, magnesio e selenio: fungono da immunostimolanti e li troviamo in frutta secca e fresca, carne e interiora, uova e uova di pesce, latticini, funghi, cereali, funghi,  germogli e legumi di ogni tipo;
  • Betaglucani: antiossidanti che potenziano i globuli bianchi e la loro azione antibatterica e antivirale, e che troviamo nei cereali integrali, ad esempio orzo e avena, e nei funghi;
  • Da consumare in  quantità (se non abbiamo problemi a digerirli), aglio e cipolla, perché entrambi questi bulbi contengono potenti sostanze antibiotiche e antinfiammatorie.

 

Come si intuisce, insomma, il segreto per mettere il turbo al nostro sistema immunitario (a maggior ragione se le difese sono andate “sotto” per vari motivi, come ad esempio lo stress) è quello di seguire una dieta quanto più variata possibile in cui non manchino i cibi tipici dell’autunno tra cui ortaggi, frutta secca e fresca, funghi.

 

Ricordiamoci infine che, in una buona strategia preventiva, non possono mancare i probiotici, batteri “buoni” che una volta giunti nell’intestino concorrono a potenziare la microflora batterica che ha un importante ruolo di barriera contro i germi patogeni esterni.

 

Foto via Pinterest 



A cura di Paola Perria, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master I livello in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere.
Profilo Linkedin di Paola Perria
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X