Influenza: è questione di giorni

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Influenza: è questione di giorni

16-02-2010 - scritto da Viviana Vischi

In arrivo entro fine novembre, l'influenza sarà simile a quella dell’anno scorso. Le armi per contrastarla, dall’alimentazione al vaccino

Consigli utili contro l'influenza in arrivo

18/11/2007 - E’ già sbarcato in Europa ma non in Italia, dove è atteso per fine novembre. E quando arriverà costringerà a letto tra i 3,5 e i 5 milioni di persone. Questo antipatico ospite è “Solomon”, il virus influenzale così chiamato dal nome delle isole del Pacifico dove è stato isolato per la prima volta. Gli esperti si aspettano che “Solomon” sia simile a “Wisconsin”, il virus del 2007, e proprio per questo ritengono che i sintomi saranno più o meno gli stessi (mal di testa, mal di gola, febbre, dolori alle articolazioni e disturbi intestinali) e l’intensità dell’epidemia sarà simile a quella dello scorso anno.
Come è andata nel 2007 in Italia? Secondo il Ministero della Salute l’influenza ha avuto un’attività contenuta, con un’incidenza totale pari a 65 casi per 1000 assistiti. Un valore comunque superiore a quello della stagione 2005/2006 (41 casi per 1000 assistiti) quando è stato registrato il minimo storico dall’inizio della sorveglianza, cioè dal 1999/2000. Come spesso accade, anche l’anno scorso ad essere più colpiti sono stati i bambini. Probabilmente per loro sarà così anche quest’inverno, mentre anziani e adulti potranno godere di un certo numero di anticorpi già prodotti dalla passata influenza e pronti quindi alla difesa.
Come prevenire “Solomon” ed evitarsi cinque giorni di letto, come contrastare la malattia, come evitare di trasmetterla agli altri?
Innanzitutto evitare i fattori di rischio come fumo e cattiva igiene. Altro accorgimento: aprire le finestre per 45 minuti al giorno, anche se fa freddo. È infatti necessario assicurare un sufficiente ricambio dell’aria, indispensabile per allontanare gli agenti infettivi. Tramonta l’idea che d’inverno sia necessario indossare la maglia di lana: meglio il cotone! E poi lavarsi spesso le mani, coprirsi la bocca quando si starnutisce o si tossisce, non lasciare in giro fazzoletti usati, stare a casa finché non si è guariti
Occhio alla dieta! Sì a 5 porzioni al giorno di frutta e verdura, ricche di antiossidanti, vitamine e minerali. Fare il pieno di vitamina C con agrumi e kiwi. Molto importanti sono anche lo zinco e il magnesio, in grado di attivare la produzione delle cellule del sistema di difesa. Lo troviamo in appositi integratori nutrizionali e nel cibo di tutti i giorni: lo zinco nella carne, nel pesce, nella crusca, nel lievito e nel germe di grano, mentre il magnesio nei cereali integrali, nei legumi, nella carne e nel latte.
Quanto al vaccino antinfluenzale, è sicuramente lo strumento più valido per tenere lontano il più insidioso dei disturbi di stagione ed è una forma di prevenzione sia a livello individuale, perché evita le complicanze della malattia (otiti, bronchiti, polmoniti e scompensi cardiaci), sia a livello della collettività, perché argina la circolazione del virus tra la popolazione.
La campagna di vaccinazione si chiuderà il 31 dicembre, ma gli esperti ritengono che il periodo migliore per vaccinarsi sia entro fine novembre: infatti, chi anticipa il vaccino rischia di rimanere scoperto proprio nella fase finale della stagione, viceversa chi lo fa troppo tardi può non essere protetto nel periodo di massima attività del virus.
Il vaccino è consigliato agli over 65 e alle persone a rischio: bambini, ragazzi e adulti colpiti da malattie dell’apparato respiratorio (compresa l’asma) e dell’apparato cardio-circolatorio, diabete, tumori ecc. Per tutti loro è gratuito, per gli altri il costo è di circa 10 euro. Negli adulti sani ha un’efficacia altissima, tra il 70% e il 90%. E pensate: secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, grazie a questa pratica sempre più diffusa, negli anziani la diminuzione dei decessi arriva all’80% e dei ricoveri al 60%!
Categorie correlate:

Malattie, cure, ricerca medica




A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Ecocuore: a cosa serve, quando si deve fare

Ecocuore: a cosa serve, quando si deve fare

28/09/2021. Il cuore rappresenta l’organo centrale del nostro apparato circolatorio. È posizionato all’interno della gabbia toracica, a sinistra, e assolve alla fondamentale funzione di inviare e ricevere il sangue tramite i vasi...

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Chi Siamo

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X