La dieta amica del cuore e della linea

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

La dieta amica del cuore e della linea

15-09-2010 - scritto da Viviana Vischi

Per restare giovani, in forma e con un cuore in perfetta salute occorre un regime alimentare preventivo

Tra i punti forti di una dieta per il cuore, i preziosissimi Omega-3

La dieta amica del cuore e della linea

Tenere lontane le malattie cardiovascolari è uno degli obiettivi che ciascuno di noi dovrebbe cercare di perseguire con fermezza. Le strategie sono molteplici, e non prevedono necessariamente l’uso di farmaci, ma implicano una serie di accortezze: alimentazione, stile di vita e controlli periodici.
L’alimentazione è importantissima perché, oltre a favorire lo smaltimento dei chili di troppo, può diventare davvero preventiva.

Secondo le ricerche, per ridurre il rischio di malattie coronariche sarebbe bene evitare l’eccesso di carne rossa e sostituire la bistecca con altre fonti proteiche, ad esempio frutta secca, pesce, pollame, latte e yogurt scremati e formaggi magri. La carne rossa, infatti, contiene molto sodio che indurisce le arterie e innalza la pressione, nonché grassi saturi e colesterolo, nemici delle coronarie. Questo non significa abolirla del tutto, ma evitare di mangiarla tutti i giorni, rimpiazzandola con alternative più salutari per il cuore.


Oltre alla carne rossa, altri cibi da limitare sono salumi, formaggi grassi, patatine, pizza, lardo, burro, margarina, salsa di soia, minestre liofilizzate, fritti, dolciumi, bevande gassate, alcolici e salse (anche ketchup e maionese). I cibi senza controindicazioni sono invece frutta, verdura, cereali, pane integrale, carni bianche, pesci magri e yogurt magri.
Una dieta di questo tipo permette una riduzione del peso corporeo, abbassa il colesterolo e la pressione arteriosa e, in conclusione, apporta benefici per il cuore.


Uno degli alimenti che non dovrebbero mai mancare in tavola è il pesce (salmone, tonno, sgombro, merluzzo, alici e sarde), perché ricco di acidi grassi essenziali Omega-3, sostanze che l’organismo non è in grado di produrre da solo, dunque che è necessario introdurre con il cibo e, perché no, con appositi integratori. Spesso carenti nelle diete moderne, gli Omega-3 svolgono un effetto protettivo sull’apparato cardiovascolare in quanto rendono fluido il sangue, favoriscono il controllo dei trigliceridi, alzano i livelli di colesterolo “buono” e regolano la pressione. Inoltre, influiscono sulla funzione cognitiva. In pratica, mantengono giovani sia il cuore sia il cervello!


Ma per rimanere in salute non basta mangiare bene, occorre muoversi! La pratica di un esercizio fisico regolare, oltre a potenziare il tono muscolare e a velocizzare il metabolismo, concorre infatti a determinare l’aumento del colesterolo “buono” e la riduzione dei grassi nel sangue. E’ sufficiente un leggero allenamento (camminata veloce, corsa, nuoto o bicicletta), protratto per almeno 40 minuti, per 2 o 3 volte a settimana.


Quanto ai controlli periodici, sono consigliabili: un controllo della PA (una volta al mese); un elettrocardiogramma (una volta all’anno); controlli dei principali parametri ematochimici (una volta all’anno). E’ generalmente il medico di base a programmare i primi esami. L’eventuale approfondimento delle indagini sarà invece affidato allo specialista.



A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X