La diplopia (visione doppia) è curabile

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

La diplopia (visione doppia) è curabile

30-03-2010 - scritto da Pascotto

Qual è la migliore soluzione?

Analisi delle possibili cure della diplopia

Per Paolo B. il primo sintomo di visione doppia si presentò nella peggior situazione possibile: guidando da solo di notte in una buia strada di campagna. "Se aprivo entrambi gli occhi, vedevo le linee della strada che sembravano venirmi addosso. Non ero in grado di capire se le macchine che mi venivano incontro erano nella mia stessa corsia o nella corsia accanto", dice Paolo, di professione psicologo. "Quindi ho dovuto guidare per una cinquantina di chilometri aprendo un solo occhio per volta." A Paolo è stata fatta diagnosi di strabismo e si è quindi trovato fra un crescente numero di adulti che sviluppano una malattia che è generalmente associata ai bambini. A causa di uno sbilanciamento nella forza dei muscoli oculari, lo strabismo determina un alterato allineamento degli occhi, occhio pigro e visione doppia, condizioni che interessano circa il 4 per cento della popolazione generale.
Ginnastica oculare, bendaggio e chirurgia oculare sono i rimedi utilizzati nei bambini per prevenire dei deficit visivi permanenti.
Una vecchia corrente di pensiero ritiene che tali misure correttive non possano andar bene per gli adulti come Paolo, condannati ad usare per anni delle spesse lenti prismatiche, che grossolanamente permettono di limitare il disagio della visione doppia.

"Mi ero ormai rassegnato," dice Paolo. "Pensavo che non ci potesse essere nessuna possibilità di risolvere il mio problema; l'unica prospettiva che vedevo davanti a me erano lenti prismatiche sempre più forti e spesse sui miei occhiali."
Dopo anni di visione doppia, il mondo di Paolo è improvvisamente tornato a fuoco lo scorso dicembre, dopo essersi sottoposto ad una semplice, anche se non comune, procedura ambulatoriale per il riallineamento dei suoi muscoli oculari.
"Molte persone sono informate male al riguardo e pensano che non ci sia nulla da fare per questi problemi", ha dichiarato il dr. Antonio Pascotto, chirurgo oculista presso la Clinica Mediterranea di Napoli. Sebbene si ritenga che siano soprattutto i bambini a nascere con questo difetto, lo strabismo si verifica anche negli adulti, generalmente per cause legate all'invecchiamento, malattie generali o traumi.

Paolo è convinto che l'operazione per cataratta a cui si era sottoposto nel 2002 gli abbia causato un lieve incrociamento degli occhi, da cui è derivata la sua visione doppia.
Anche una lieve deviazione della posizione degli occhi può determinare dei gravi disturbi visivi, secondo quanto afferma il dottor Pascotto.

 

 


"A seconda della direzione della deviazione, può capitare che anche solo un paio di gradi di differenza fra un occhio e l'altro, soprattutto nello strabismo verticale, creino nel cervello una condizione non sopportabile", continua il dott. Pascotto. La chirurgia sta diventando il metodo preferito per la correzione di questi problemi negli adulti. La procedura consiste nel distaccare uno o più dei sei muscoli oculari e nel riposizionarli per far sì che gli occhi lavorino assieme, creando un'unica immagine.

"È come avere una macchina con le ruote non allineate", dice il dottor Pascotto. "Entro certi limiti, però, possiamo sforzarci di contrarre i muscoli oculari per riprendere il bilanciamento. Nell'atto chirurgico dobbiamo cercare di essere quanto più precisi è possibile ma, fortunatamente, il cervello è un ottimo assistente per il recupero di una visione soddisfacente. Infatti se mediante l’intervento chirurgico si riesce ad andare vicino al risultato finale, anche se non lo si raggiunge perfettamente, il cervello prende il sopravvento e sente il bisogno di usare entrambi gli occhi assieme, dunque si sforza di allinearli e farli lavorare come una squadra” afferma il dott. Pascotto.

Al termine dell'intervento, i risultati sono praticamente istantanei, fenomeno che anche in Paolo B. ha consentito di apprezzare i benefìci della chirurgia dello strabismo negli adulti.
"Sono passato dall'incredulità alla certezza", ha dichiarato. "È stato un recupero incredibilmente piacevole."

 



Centro Oculistico Pascotto

Tel. 081 554 2792
Sito ufficiale ※ Pagina facebook

Profilo del medico - Pascotto

Nome:
Antonio Pascotto
Comune:
Napoli
Telefono:
0815542792
Azienda:
Pascotto srl
Professione:
Medico specialista attività privata
Occupazione:
Specialista in Oculistica e Chirurgia Oculare
Specializzazione:
Oftalmologia
Contatti/Profili social:
email sito web facebook twitter google plus linkedin


Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X