La Gemmoterapia, una branca importante dell’Erboristeria

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

La Gemmoterapia, una branca importante dell’Erboristeria

21-11-2013 - scritto da Valeria Grisanti

Gemmoterapia ed Erboristeria, due arti che attingono da prodotti della natura

La Gemmoterapia utilizza le gemme e le parti giovani delle piante per la cura delle più svariate patologie, vediamo di cosa si tratta e come utilizzarla

La Gemmoterapia, una branca importante dell’Erboristeria Quando parliamo di Gemmoterapia il riferimento è sempre e comunque all’arte erboristica, ma con una lieve differenza.

L’erboristeria, così come siamo abituati a conoscerla, è quella branca della conoscenza relativa alle proprietà benefiche delle piante e il loro utilizzo. Come ben sappiamo ormai infatti per ogni pianta esistono differenti formulazioni che si producono a partire a volte anche da differenti parti della pianta.

Abbiamo parlato nel corso dei blog in cui ho provveduto ad illustrarvi le proprietà benefiche delle piante di tisane, decotti, tinture madri, oli essenziali, estratti secchi.. e chi più ne ha più ne metta!
Queste formulazioni possono avere un utilizzo e un effetto benefico differente l’una dall’altra. L’equiseto ad esempio sotto forma di tintura madre è indicato per il cuore mentre l’estratto secco aiuta la remineralizzazione delle ossa.

Il prodotto proprio della Gemmoterapia è il macerato glicerico, un estratto liquido ottenuto delle gemme della pianta vale a dire dei germogli, delle parti giovani come foglie e radici e gemme per esempio. Insomma, l'erboristeria con la gemmoterapia utilizza le parti embrionali delle piante.
È molto interessante – almeno a mio parere – parlare di questo argomento perché introducendo all’interno dell’arte erboristica tutti i gemmoderivati, si potenzia ancora di più la rosa di possibilità terapeutiche alternative offerte ai pazienti che decidono di rivolgersi al mondo della natura per la cura delle patologie che li affliggono. Ma perché, chiederete voi, parlare di gemmoderivati? Che differenza c’è nell’azione di un macerato glicerico rispetto al corrispettivo erboristico della stessa pianta?

La differenza c’è, ed è anche grande! Succede spesso infatti che l’azione dei macerati glicerici sia maggiore e comunque differenziata rispetto a quella dei preparati erboristici.

Faccio un esempio su tutti: il ribes nigrum, il macerato glicerico del ribes nero prodotto a partire dalle gemme della pianta, è un potentissimo antinfiammatorio paragonato al cortisone. Anche i frutti del ribes nero hanno potere antinfiammatorio ma in quantità ridotta. Non è raro insomma che i macerati glicerici siano più efficaci o abbiano un’indicazione terapeutica completamente differente rispetto a quella della stessa pianta adulta.

Avremo modo da qui in poi di parlare anche dei gemmoterapici quindi, prodotti che si trovano con molta facilità in tutte le erboristerie. Non è raro ad esempio che una terapia erboristica possa essere caratterizzata dalla presenza di fitoterapici classici (le classiche piante nelle forme e nelle composizioni di cui si è sempre parlato come tinture madri, tisane, estratti secchi e oli essenziali) integrati dalla presenza di gemmoterapici (macerati glicerici), il tutto volto ad un approccio ancora più completo ed olistico alle problematiche di salute del soggetto che ricorre all’arte erboristica per risolvere i suoi problemi.

Foto da benessereblog.it

A cura di Valeria Grisanti, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2012, specializzata nel settore della Medicina Naturale e Alternativa.

 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X