La psoriasi e le implicazioni epatiche

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

La psoriasi e le implicazioni epatiche

18-10-2013 - scritto da Angela Nanni

Soffrire di psoriasi favorisce l’insorgenza di malattie del fegato

Chi soffre di psoriasi non deve trascurare gli eventuali problemi epatici

La psoriasi e le implicazioni epatiche

Si stima che in Italia il 3% della popolazione sia afflitto da psoriasi, una patologia dermatologica che si caratterizza soprattutto per le placche eritemato-squamose rosso-biancastre che possono presentarsi su tutta la cute anche se di solito si localizzano a livello di gomiti, ginocchia e cuoio capelluto.

Uno studio recentemente pubblicato sul British medical journal ha evidenziato come i pazienti con psoriasi in forma da moderata a cronica sono più a rischio, degli altri pazienti con psoriasi in forma lieve e della popolazione generale, di soffrire di patologie epatiche.
Nello studio in questione sono stati seguiti 143mila pazienti affetti da psoriasi di tipo medio e grave di età compresa fra i 18 e i 90 anni e i loro dati sono stati confrontati con quelli di un gruppo di controllo composto da circa 700mila soggetti di pari età ma senza psoriasi.

Durante i 7 anni di studio i pazienti con psoriasi da moderata a grave hanno evidenziato un rischio due volte superiore rispetto ai volontari del gruppo di controllo di sviluppare patologie croniche del fegato.
Lo studio, purtroppo, ha anche sottolineato come i pazienti affetti da psoriasi in forma grave sono 4 volte più a rischio degli altri di sviluppare insufficienza renale che nel tempo, può determinare l’esigenza di doversi sottoporre a dialisi.

Secondo quanto emerso da questo studio, quindi, i pazienti che evidenziano un interessamento cutaneo della psoriasi superiore al 3% vanno strettamente monitorati per il rischio patologie epatiche e renali; non ci sono cautele particolari da adottare per i pazienti che hanno meno del 2% della superficie corporea coperta da psoriasi o che comunque evidenziano la patologia in maniera molto lieve.

Pustular psoriasis | Flickr



A cura di Angela Nanni, Farmacista iscritta all'Albo dal 2005 e Redattore medico scientifico freelance.
Profilo Linkedin di Angela Nanni
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X