Noni, uno scudo per l’influenza

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Noni, uno scudo per l’influenza

02-12-2010 - scritto da Viviana Vischi

Vero elisir di benessere psico-fisico, gli estratti di Noni stimolano la risposta del sistema immunitario e potenziano le difese in vista dell’inverno

Il Noni, ottimo anche per tenere a bada le infezioni vaginali e la sindrome premestruale

Noni, uno scudo per l’influenza Autunno e inverno sono un vero e proprio stress per le difese immunitarie dell’organismo: durante questi mesi dell’anno, infatti, virus e batteri sferrano il loro attacco aiutati da colpi di freddo e sbalzi di temperatura, stress e fumo. Per mettersi al riparo dalla loro offensiva bisogna avere difese immunitarie sufficientemente agguerrite ed efficienti.
Per prima cosa occorre dunque seguire una dieta ricca di vitamine e di sali minerali che hanno un’importante funzione protettiva da numerose malattie. Tutti i giorni dobbiamo portare in tavola broccoli, cavoli, carote, spinaci, insalate miste, legumi, arance, mandarini, pompelmi e kiwi. Se tutto questo non dovesse bastare, possiamo ricorrere ad integratori con preziosi estratti naturali come, ad esempio, la morinda critrifolia, detta anche noni: un rimedio per ristabilire il benessere dell’organismo davvero molto efficace, anche se ancora poco conosciuto al grande pubblico.
Ne sentiamo parlare come di una pianta magica, di un succo miracoloso, di un prodigio del Pacifico meridionale, con impieghi che spaziano fra le più diverse malattie, dalle infezioni all’ipertensione, dall’artrite alla cefalea, dall’insonnia all’asma, dai dolori articolari ai tumori. Gli si attribuisce inoltre la capacità di migliorare le condizioni e le prestazioni generali. Forse non è tutto vero. Ma quel che è certo è che, se consumato in aggiunta a un’alimentazione sana, ne potenzia i benefici.
“Il noni mi fortifica e mi sento davvero meglio”: lo dice chi lo utilizza in via preventiva per aiutare il sistema immunitario a contrastare i malanni di stagione e per non farsi trovare impreparato in vista dei picchi invernali. Il noni è infatti un integratore completo: contiene una grande quantità di vitamine, minerali, aminoacidi e di una sostanza chiamata proxeronina, enzima in grado di svolgere un’attività ricostituente sulle cellule, la cui carenza può comportare stanchezza e peggioramento dello stato di salute.
Con un elevato contenuto di serotonina, in noni migliora anche l’umore e il sonno, rendendosi utile per placare gli effetti della sindrome premestruale, come irritabilità, nervosismo, crampi allo stomaco e cali energetici. Una fase, quella premestruale, in cui, oltre a sentirci stanche, gonfie e depresse, possiamo essere più esposte alle infezioni. In questo periodo si registra infatti un calo delle difese che modifica il pH vaginale, aumentando l’incidenza di candida e vaginiti: spiacevoli “inconvenienti” che si possono prevenire con integratori a base di estratti di noni.
Il noni non è un farmaco ma un modo per prendersi cura del proprio benessere, per ricreare l’equilibrio del corpo in maniera naturale. Per questo non ha particolari controindicazioni ed è sicuro per tutta la famiglia.


A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X