Pancia gonfia: i fermenti lattici aiutano in autunno

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Pancia gonfia: i fermenti lattici aiutano in autunno

04-10-2015 - scritto da Paola Perria

Scopriamo se gli integratori probiotici sono davvero utili in caso di gonfiore addominale.

Batteri "buoni" per combattere il meteorismo, ecco perché assumerli in autunno.

Pancia gonfia: i fermenti lattici aiutano in autunno

Il problema della pancia gonfia, ovvero del gonfiore addominale determinato da una eccessiva produzione di gas intestinali e da ritenzione idrica può avere diverse cause, ma una delle più frequenti è la disbiosi. Di che malattia si tratta? Potremmo definirla una sorta di "male" moderno: figlio di uno stile di vita accelerato e poco salutare che non rispetta i naturali equilibri del nostro apparato gastrointestinale.

La disbiosi altro non è che una condizione di alterazione della microflora batterica che colonizza il nostro intestino e che svolge un ruolo di primo piano sia nei processi di digestione e assimilazione delle sostanze alimentari che come sentinella a guardia della nostra integrità. Infatti questi batteri (sono tantissimi, fino a 500 tipi diversi) fanno parte del sistema immunitario dell’organismo, e concorrorono a difenderlo dagli attacchi di molti agenti patogeni. E’ chiaro che, quando questo piccolo esercito di microrganismi amici viene danneggiato e si verificano ingenti perdite tra le sue fila, tutto il corpo ne risente, con sintomi come vulnerabilità alle infezioni, disturbi digestivi e naturalmente gonfiore addominale.

All’origine della disbiosi ci sono molte cause:

  • un’alimentazione sbagliata, troppo ricca di alimenti raffinati (zuccheri in particolare) e di carni (soprattutto rosse o lavorate, come gli insaccati) e povera di fibre
  • cure ripetute a base di antibiotici che uccidono tutti i batteri, sia quelli nocivi che, purtroppo, anche quelli "buoni"
  • stress

 

Soprattutto quando i fastidi intestinali si fanno ricorrenti e intensi, per ripopolare la microflora intestinale, anche detta microbiota, è necessario agire con una integrazione di batteri benefici. Questo perché la dieta, che pure dovrebbe costituire la nostra principale cura, talvolta non basta. Mangiare frutta e verdura ricche di fibre, bere molta acqua e disintossicarsi dai troppi zuccheri e amidi di per sé è certo una buona abitudine per preservare la salute dell’intestino, ma per una "cura d’urto" è possibile assumere i fermenti lattici. Cosa sono?

Si tratta proprio di batteri naturalmente “buoni” – tra i quali Bifidobatteri e Lattobacilli - che una volta ingeriti arriveranno perfettamente integri e vivi nell’intestino dove inizieranno a proliferare donando beneficio a tutto il corpo e migliorandone le capacità digestive.

Attenzione, il nome “fermenti lattici” non deve trarci in inganno, perché questi microrganismi non hanno nulla a che vedere con il latte! Infatti l’aggettivo qualificativo “lattici” si riferisce agli acidi che tali batteri ricavano dai carboidrati (zuccheri) in colture di laboratorio. Quindi, tutti li possono assumere, anche chi è intollerante al lattosio o alle proteine del latte vaccino.

I fermenti che troviamo in farmacia (sotto forma di compresse o in bustina da sciogliere in acqua) consentono anche a chi soffre di meteorismo e diarrea e manifesta al contempo problemi di malassorbimento (con carenza di vitamine importanti come la K o quelle del gruppo B)  di ripristinare il naturale equilibrio enterico e di conseguenza stare meglio.

Tali fermenti andrebbero assunti per qualche mese, fino a regressione dei sintomi, e come cura preventiva andrebbero presi anche in previsione o subito dopo le terapie antibiotiche.

 

Una piccola cura integrativa di lattobacilli probiotici potrebbe essere utile anche durante il cambio di stagione, sia il passaggio dall’inverno alla primavera che, ancor di più, dall’estate all’autunno. In questi mesi dell’anno, infatti, il corpo fa una certa fatica a riabituarsi alla nuove condizioni atmosferiche e in chi è predisposto ai disturbi intestinali e alla colite si possono verificare degli squilibri. E’ più facile, infatti, soffrire di gonfiore addominale durante le mezze stagioni.

Naturalmente la cura integrativa  a base di fermenti lattici non dovrebbe mai prolungarsi oltre il lecito, una volta che si sta meglio è bene puntare tutto sulla dieta, che deve essere equilibrata e ricca di fibre e di probiotici naturali (come quelli presenti nello yogurt e nelle banane), mentre andrebbero limitate le carni rosse, i cibi troppo grassi e soprattutto l’eccesso di zuccheri semplici e di carboidrati raffinati. 

 

Foto | via Pinterest



A cura di Paola Perria, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master I livello in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere.
Profilo Linkedin di Paola Perria
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X