Più calcio nella dieta per dimagrire

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Più calcio nella dieta per dimagrire

13-03-2014 - scritto da Paola Perria

Uno studio dimostra che colmare il nostro fabbisogno di calcio è utile anche per mantenerci snelli

Il calcio non è utile solo alle ossa ma anche amico della linea

Più calcio nella dieta per dimagrire Parliamo di calcio, non quello giocato ma il minerale costitutivo di ossa e denti, così importante per la nostra salute. Sappiamo che ritrovarsi carenti di calcio può compromettere il nostro benessere, indebolendoci, rendendo fragile il nostro apparato scheletrico, procurandoci carie ai denti e crampi muscolari, ma anche caduta dei capelli, sanguinamento delle gengive, tachicardia. Le donne sono particolarmente a rischio di perdere calcio durante la loro vita, perché dopo la menopausa il corpo ne ha più bisogno, e tende a sottrarlo a ossa e denti perché sono le fonti principali da cui attingere. Infatti questo minerale svolge funzioni importantissime per la nostra salute, ad esempio mantiene in equilibrio il ph alcalino del corpo, che viene anche influenzato dall'attività endocrina e dal ruolo degli ormoni.

Il fabbisogno di calcio cambia in proporzione all'età, perché con l'andare avanti degli anni tendiamo a "demineralizzarci". Una donna in menopausa avrà bisogno, ad esempio di un introito giornaliero i calcio (da assumersi tramite la dieta) di 2500 mg. C'è una ragione in più per stare attenti a ciò che mangiamo cercando di mantenere sempre ottimali i nostri livelli di calcio: la linea. Secondo uno studio danese pubblicato sulla rivista American Journal of Clinical Nutrition, uno dei segreti della magrezza, intesa come raggiungimento e mantenimento del proprio peso forma, sta proprio nei livelli di calcio.

Infatti questo minerale riduce l'accumulo di grasso nelle cellule adipose, in concomitanza con la vitamina D, che peraltro è indispensabile per l'assorbimento del minerale a livello intestinale. Ogni 1000 mg di calcio assunto si associa ad una riduzione di peso di circa 0,076 kg. In buona sostanza, assumere le giuste quantità di calcio per il proprio fabbisogno è necessario anche per evitare di ingrassare. E qui entra in gioco il discorso della dieta. Infatti, se è vero che il calcio è soprattutto contenuto nei latticini, chi abbia bisogno di aumentare i propri livelli di questa sostanza, paradossalmente dovrebbe ridurne il consumo.

Questo perché si tratta di cibi acidificanti, che tendono a farci perdere minerali, anziché fissarli. L'unico latticino che davvero possa aiutarci ad assimilare più calcio è lo yogurt naturale, meglio ancora se greco. Altri alimenti ricchi di calcio sono: frutta secca (in particolare le mandorle), i vegetali a foglia verde, il basilico e il prezzemolo, i broccoli e i cavoli, la soia e i suoi derivati, il pesce azzurro (sardine, alici, sgombri), alghe, avena, semi di sesamo, quinoa, uova e funghi (ricchi di vitamina D). Per sapere se siete "a corto di calcio", potete farvi prescrivere un test del sangue e poi valutare con il medico un'eventuale integrazione con la dieta.


Foto| via Pinterest

A cura di Paola Perria, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master I livello in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere.
Profilo Linkedin di Paola Perria
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X