Placenta accreta, cause e sintomi

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Placenta accreta, cause e sintomi

07-08-2014 - scritto da Cinzia Iannaccio

La placenta accreta: una diagnosi allarmante. Ecco quali rischi comporta e perché si rende necessario il parto cesareo.

Placenta accreta, tra le cause di sanguinamento al terzo trimestre.

Placenta accreta, cause e sintomi

Cos'è la placenta accreta? Questa diagnosi deve allarmarci? Purtroppo sì, perché si tratta di una patologia grave della placenta che si manifesta quando questa cresce attaccata o troppo in profondità sulle pareti dell'utero.

La placenta abitualmente si sviluppa nell'utero durante i 9 mesi di gravidanza, fornendo al bimbo ossigeno e nutrimento oltre che protezione: subito dopo il parto viene espulsa. Una placenta accreta, attaccata del tutto o solo in parte all'utero, non lo fa: si sviluppa così una pericolosa emorragia grave post partum. E' anche una delle cause di sanguinamento vaginale nel terzo trimestre. Questo è l'unico sintomo che può far sospettare tale condizione in gravidanza, non esistono altri segnali concreti.

Non si conoscono bene le cause della placenta accreta anche se è chiaro che dipende da alcune anomalie del tessuto uterino: spesso si presenza in concomitanza di un pregresso taglio cesareo o altri interventi chirurgici all'utero, ma si può manifestare in assenza di tali precedenti.
Altri infatti i fattori di rischio noti:

 

 

  • Placenta previa (o comunque nella parte bassa dell'utero)
  • Età della mamma superiore ai 35 anni
  • Parto precedente
  • Salute dell'utero (il rischio di sviluppare una placenta accreta aumenta in presenza di anomalie dell'endometrio e fibromi sottomucosi).


In caso di sanguinamento vaginale nel terzo trimestre è importante rivolgersi al proprio ginecologo o anche al pronto soccorso. Se si sospetta una placenta accreta sarà opportuno programmare un cesareo onde evitare rischi di sorta.

Si parla di placenta increta quando penetra nei muscoli dell'utero e placenta percreta quando invece riesce ad arrivare fin dentro la parete uterina.

Foto: Mpilote per Flickr

 

 



A cura di Cinzia Iannaccio, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2007, blogger, specializzata nel settore della salute e del benessere.
Profilo Linkedin di Cinzia Iannaccio
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X