Prevenzione del Diabete nell'obesità

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Prevenzione del Diabete nell'obesità

17-01-2011 - scritto da massimo.murari

Obesità e alterazione del metabolismo glucidico

Nei soggetti obesi è quasi sempre presente un'alterazione del metabolismo glucidico

E' universalmente noto il dato epidemiologico che nei soggetti obesi è quasi sempre presente un'alterazione del metabolismo glucidico e che l'insulinoresistenza è il fattore che correla le due patologie, delineando il quadro denominato "Sindrome metabolica". In questi pazienti il trattamento che comprende le modifiche dello stile di vita e la terapia farmacologica serve a prevenire l'evoluzione verso il Diabete conclamato con le conseguenti complicanze secondarie, prima di tutto le malattie cardiovascolari.
Nell'impostare quindi il trattamento per il paziente obeso, si deve tener conto quindi di una polifattorialità, non solo il calo "numerico" del peso corporeo inteso come numero di Kilogrammi, ma tenendo presente che la prevenzione del diabete deve essere considerata l'obiettivo preponderante. Lo studio UKPDS (United Kingdom Prospective Diabetes Study) ha mostrato come, già all'insorgenza, oltre il 30% dei pazienti presenti già una o più complicanze (cardiovascolari e retinopatiche in primis).
La strategia terapeutica è quindi "multipla" se è fondamentale una dieta ipocalorica (che deve essere sempre calcolata sul singolo soggetto) contenente un'adeguata percentuale di carboidrati complessi, è altrettanto importante la modifica dello stile di vita inducendo il paziente ad un aumento dell'attività fisica.
Infatti durante lo sforzo muscolare il glucosio (zucchero nel sangue) viene assorbito SENZA l'intervento dell'insulina, centrando quindi in un sol colpo ben 4 obiettivi (ben oltre il classico 2 piccioni con una fava!): 1 riduzione dello zucchero circolante, 2 riduzione della richiesta di insulina, 3 calo del peso corporeo, 4 aumento dlla massa magra (muscolo) a scapito della massa grassa.
E' fondamentale inoltre che nel concentrarsi sul calo di peso, non si perda di vista la composizione dello schema corporeo, nei criteri maggiori per la diagnosi di sindrome metabolica infatti la circonferenza addominale è sempre tra i pù importanti e considerati.
Quindi calare di peso è FONDAMENTALE, ma più importante calare BENE e mantenere con l'acquisito peso forma, anche un'indispensabile e reale forma fisica.


Dr. Massimo Murari
via Melchiorre Gioia, 171
Milano - tel. 02/67074034

Profilo del medico - massimo.murari

Nome:
Massimo Cesare Murari
Comune:
Milano
Telefono:
0267074034
Professione:
Medico di medicina generale (convenzionato)
Specializzazione:
Endocrinologia e malattie del ricambio, Diabetologia
Contatti/Profili social:
sito web


Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X