Purea di fave fresche con cicoria

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Purea di fave fresche con cicoria

12-09-2011 - scritto da Viviana Vischi

Fave e cicoria: un'abbinata “dolceamara” per un primo piatto che esplode di salute

La ricetta della purea di fave fresche con cicoria

Purea di fave fresche con cicoria C’è una credenza piuttosto diffusa nelle campagne del centro Italia: chi apre un baccello e vi trova all’interno sette fave avrà un lungo periodo di fortuna. Forse non sarà sempre vero, quel che è certo è che le fave, legumi tipici di questa stagione, fanno un gran bene alla salute.
Dal punto di vista nutrizionale, sono ricche di proteine, fibre, vitamine e sali minerali, importanti perchè “rinfrescano” l’apparato gastrointestinale, tengono a bada i livelli di colesterolo nel sangue e svolgono un’ottima azione diuretica, quindi aiutano il drenaggio. Inoltre, quando sono fresche, sono tra i legumi meno calorici: 37 calorie per 100 g!
Per capire se sono fresche, proviamo a spezzare il baccello: se fa un bel rumore, tipo uno schiocco, vuol dire che sono pronte per essere mangiate. Da crude, le fave si accompagnano a salumi e formaggi (per i romani fave e pecorino sono da sempre insostituibili per le gite fuori porta...). Pur perdendo un po’ di sapore, possono anche essere arrostite: basta inciderle come si fa con le caldarroste e poi metterle sul fuoco.

Con la ricetta di oggi, che unisce il gusto amaro della cicoria alla dolcezza delle fave, andiamo in Lucania!

Ingredienti per 2: 1 kg di cicoria; 400 g di fave fresche; una cipolla; olio extra vergine d’oliva; sale; pepe; peperoncino.

Preparazione
: tritiamo finemente la cipolla e mettiamola a rosolare in un tegame. Sbucciamo le fave e aggiungiamole alla cipolla, insieme a sale e pepe. Facciamo rosolare il tutto, poi aggiungiamo acqua fino a coprirle e facciamo cuocere a fuoco molto lento per un paio d’ore, con il coperchio finché le fave non si saranno trasformate in una purea non troppo densa, mescolando e schiacciando ogni tanto con un cucchiaio di legno. Nel frattempo, puliamo per bene la cicoria, lessiamola in abbondante acqua salata e scoliamola cercando di eliminare tutta l’acqua di cottura. Saltiamola in una padella con un filo d’olio e il peperoncino. Appena la purea di fave sarà pronta, aggiungiamo un bel filo d’olio e pepe macinato a piacere, mescoliamo e serviamo tiepido o freddo accompagnando con la cicoria lessata.

Varianti
: anziché la cicoria possiamo utilizzare benissimo la catalogna. Nella fase iniziale, mentre rosoliamo le fave insieme alla cipolla, al sale e al pepe, possiamo aggiungere un po' di pancetta a dadini: insaporirà notevolmente la ricetta! Ancora, nella fase finale della preparazione, possiamo unire dei gamberetti freschi appena scottati e saltati in padella con un po’ di limone, oppure qualche pomodoro ciliegino tagliato a piccoli spicchi.
Categorie correlate:

Ricette




A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X