Reazione allergica al silicone: eventualità rara

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Reazione allergica al silicone: eventualità rara

12-03-2014 - scritto da Patrizia Frattini

È molto raro ma può accadere: è possibile sviluppare una allergia al silicone

In una reazione allergica lieve al silicone, i sintomi più frequenti sono arrossamento, irritazione o prurito.

Reazione allergica al silicone: eventualità rara Sviluppare una allergia al silicone è una eventualità molto rara. Grazie alla sua biocompatibilità infatti il silicone è largamente impiegato in campo medico, per esempio nelle protesi per gli impianti al seno e per il rivestimento degli aghi, ma anche per la realizzazione di oggetti di uso comune come utensili da cucina e prodotti commerciali.

Viene definito "silicone medicale" un particolare tipo di silicone: una sostanza inerte composta da polimeri che sono sicuri per l'impiego a contatto con tessuto vivo. Inoltre il silicone è utilizzato in cateteri, biberon e nelle protesi facciali. Per questo particolare impiego del silicone non sono noti casi di reazioni allergiche, ma è invece possibile che scatenare l'allergia siano additivi o altri elementi presenti.

Il slicone industriale, quello utilizzato per la realizzazione di prodotti per la casa, non è invece puro e sottoposto a test rigorosi come il silicone medicale, quindi c'è una maggiore possibilità che siano presenti contaminanti potenzialmente allergenici.

Per quanto rare, un individuo potrebbe potenzialmente sviluppare allergie nei confronti di pressoché ogni sostanza. E il silicone non fa eccezione. Evitare il contatto con una sostanza allergica ed eseguire i test prescritti dal proprio medico può aiutare a determinare che tipo di reazione è presente e che cosa la causa.

Molte persone, quando si parla di silicone, pensano immediatamente alle protesi per il seno ma è bene precisare che il rischio di sviluppare reazioni allergiche al silicone a seguito di un impianto al seno è molto basso: il silicone utilizzato nelle protesi mammarie è in genere spesso e solido e viene incapsulato in un guscio duro, da cui non può sfuggire. L'uso del silicone liquido, impiegato principalmente per eseguire iniezioni cosmetiche, è infatti generalmente sconsigliato e in molti Paesi è addirittura vietato, poiché può innescare una risposta infiammatoria. Usato in grandi quantità, inoltre, il silicone liquido può migrare dal sito di iniezione, causando granulomi o infiammazioni del tessuto ed embolie. Il dolore, in questi casi, è spesso il primo sintomo di una reazione allergica a tali iniezioni.

Il silicone è inoltre utilizzato per la realizzazione delle maschere indossate da pazienti con apnea ostruttiva. Una reazione allergica a seguito del contatto con queste maschere o la comparsa di dermatite allergica in questi pazienti è stata attribuita alla presenza di lattice o gomma o di altri contaminanti (per esempio vernici utilizzate per colorare le maschere), piuttosto che ad una vera e propria allergia al silicone.

Coloro che sospettano di avere un'allergia al silicone dovrebbero subito rivolgersi ad un allergologo per l'esecuzione delle prove allergiche e per l'adozione delle opportune terapie.

Foto: Flickr.com
Categorie correlate:

Allergia e salute




A cura di Patrizia Frattini aka Rockcopy, copywriter e Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2012, da anni attiva (anche, ma non solo) nel settore dell’informazione scientifica e divulgativa.
Profilo Linkedin di Patrizia Frattini
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Lotta agli acari: le strategie che funzionano

Lotta agli acari: le strategie che funzionano

04/03/2019.   Quando si parla di acari della polvere la nostra lotta per sconfiggerli ed eliminarli da casa nostra sembra quasi impossibile. Questi minuscoli artropodi ad 8 zampe si annidano soprattutto negli imbottiti di casa come i materassi...

Allergia e salute

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X