Reazioni allergiche fatali: i medicinali sono la prima causa

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Reazioni allergiche fatali: i medicinali sono la prima causa

07-05-2015 - scritto da Patrizia Frattini

Le allergie ai medicinali sono la prima causa di morte per allergia (60%), seguono le punture di insetto (15%) e le allergie alimentari (7%).

Nel 75% dei casi il responsabile della reazione allergica fatale non viene identificato.

Reazioni allergiche fatali: i medicinali sono la prima causa

Parliamo di allergia ai farmaci. Nel 60% dei casi le morti provocate da reazioni allergiche fatali sono provocate dai medicinali. È quanto rivela uno studio recentemente pubblicato sulla rivista scientifica Journal of Allergy and Clinical Immunology.

Durante una reazione allergica il nostro sistema immunitario reagisce al contatto con un allergene (un elemento innocuo che l’organismo riconosce però come “nemico”) rilasciando istamina e provocando i sintomi di una allergia, che possono comprendere orticaria, prurito alla bocca o alla gola, starnuti. In caso di reazione allergica grave o di anafilassi i sintomi sono più severi e includono difficoltà respiratorie e gonfiore della gola. L’anafilassi, è bene saperlo, è potenzialmente letale e necessita di immediato trattamento, per questo è indispensabile per i soggetti a rischio avere a disposizione l’iniettore di epinefrina (conosciuta anche come adrenalina), che è un vero e proprio farmaco salvavita in caso di shock anafilattico.

Per ottenere i dati riportati nello studio un team di ricercatori diretti dalla dottoressa Elina Jerschow (direttore del Drug Allergy Center del Montefiore Medical Center e assistente di medicina presso l'Albert Einstein College of Medicine di New York) hanno effettuato una analisi sui certificati di morte raccolti dall’U.S. National Mortality Data Base tra il 1999 e il 2010. In questo periodo di tempo i morti per anafilassi sono stati quasi 2.500.

La più frequente causa di morte è stata una reazione allergica ad un farmaco (59% dei casi) di cui nel 40% dei casi un antibiotico. Nella restante percentuale i farmaci responsabili della reazione allergica sono i liquidi di contrasto impiegati durante gli esami diagnostici e i farmaci per la chemioterapia. L’allergene responsabile della reazione allergica non è stato individuato nel 75% dei casi mentre solo il 15% e il 7% sono le morti imputabili rispettivamente al veleno di insetti e alle allergie alimentari.

Lo studio ha inoltre evidenziato che le reazioni anafilattiche mortali sono raddoppiate nel corso dei dieci anni presi in esame.

Il dottor Wally Ghurabi, capo del dipartimento di medicina d’urgenza al Santa Monica-UCLA Medical Center, ha così commentato i risultati dello studio: “ Se la reazione allergica ha luogo all’interno dell’ospedale la situazione può essere ritenuta sicura, poiché i trattamenti di emergenza sono sempre a portata di mano, quando invece lo shock anafilattico si verifica a casa o altrove è di vitale importanza intervenire prontamente con il kit di emergenza per l’auto trattamento con epinefrina (che deve essere prescritto dal proprio medico) e recarsi immediatamente in ospedale”.

 

Foto: Wikimedia Commons

Categorie correlate:

Allergia e salute




A cura di Patrizia Frattini aka Rockcopy, copywriter e Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2012, da anni attiva (anche, ma non solo) nel settore dell’informazione scientifica e divulgativa.
Profilo Linkedin di Patrizia Frattini
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Lotta agli acari: le strategie che funzionano

Lotta agli acari: le strategie che funzionano

04/03/2019.   Quando si parla di acari della polvere la nostra lotta per sconfiggerli ed eliminarli da casa nostra sembra quasi impossibile. Questi minuscoli artropodi ad 8 zampe si annidano soprattutto negli imbottiti di casa come i materassi...

Allergia e salute

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X