Ribes Nero: rimedio contro l'allergia primaverile

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Ribes Nero: rimedio contro l'allergia primaverile

10-04-2013 - scritto da Prof.ssa Virginia A. Cirolla

Il ribes nero: un rimedio fitoterapico impiegato da anni per trattare le allergie con successo, ma anche come antinfiammatorio agendo con azione analoga al cortisone

Nel periodo primaverile molte persone presentano sintomi riconducibili alle allergie da polline, quali rinite, dermatite, prurito al palato e agli occhi.

Ribes Nero: rimedio contro l'allergia primaverile
Da anni è impiegata con successo il gemmoderivato, ottenuto dalla macerazione di gemme fresche di ribes nigrum (ribes nero), da diluire in poca acqua, e da assumere lotano dai pasti. Anche alcuni medici tradizionali impiegano il ribes nero per curare le allergie con successo, ma anche come antinfiammatorio agendo come cortison-like, cioè con azione analoga al cortisone, come si può facilmente verificare dalle numerose testimonianze di questo rimedio fitoterapico.
Un problema che può presentarsi con una terapia standard di farmaci antistaminici è l’assuefazione , e in questi casi talvolta né l’aumento del dosaggio, nè il passaggio a tipologie ad azione più forte danno luogo a miglioramenti apprezzabili durevoli nel tempo, gli effetti collaterali di stanchezza e sonnolenza tendono invece ad aumentare, il fegato si appesantisce maggiormente nella fase di detossificazione, ed ha quindi sempre meno vigore per svolgere le altre funzioni, tendendo a divenire pigro e facilitando la formazione di renella, il precursore dei calcoli biliari. Gli antistaminici di nuova generazione hanno in parte risolto questi problemi, perchè pur non inducendo stanchezza e sonnolenza sono comunque soggetti a dare assuefazione.
E’ importante ricordare come il ribes nero essendo un rimedio fitoterapico naturale, ha un’azione più lenta dei farmaci, per cui occorre iniziare la terapia antistaminica un mese prima del periodo in cui generalmente si presenta l’allergia, ed essere assolutamente costanti nell’assunzione. Fattori come il caldo e la bassa umidità enfatizzano la reazione allergica, quindi in tali casi sarebbe opportuno aumentare il dosaggio del preparato gemmoderivato, sotto consiglio di un erborista, di un naturopata, o di un medico, via via che si avvicina l’estate o che il clima tende a tale situazione.
E’ consigliato inoltre evitare cibi come cioccolata, formaggi, birra e vino, specialmente rosso, perché contengono Istamina, specialmente per quei soggetti che sono sensibili all’istamina della dieta, che risultino da controlli effettuati, avere bassi livelli dell’enzima Diaminossidasi, fatto che si manifesta generalmente con un sintomo di Emicrania. Come alimentazione è sconsigliato anche il pollo che contiene lectine, sostanze che tendono a innescare le globuline E, causando fuoriuscita dell’istamina. Per combattere le allergie è utilizzato con successo anche il succo di Noni /morinda citrifolia, le cui proprietà antistaminiche sono state dimostrate da studi del dottor Solomon.
Il fenomeno delle allergie è causato anche dall’inquinamento, e sta crescendo sempre più sia tra i bambini che tra gli adulti, per questo è importante conoscere l’efficacia dei rimedi naturali antistaminici, che svolgono anche altri importanti ruoli preventivi e/o curativi dei fenomeni infiammatori, e di sostegno del sistema immunitario, grazie anche all’alto contenuto di vitamina C, e che permettono, evitando l’impiego dei farmaci, un sovraccarico per il fegato, e la comparsa di spiacevoli effetti collaterali, a meno di allergie personali.

I RIMEDI OMEOPATICI:

- ALLIUM CEPA
Sintomi Chiave: Secrezioni nasali molto fluide, chiare ed irritanti; naso che cola come un rubinetto. Rinite con spurgo nasale acre che può escoriare il naso o il labbro superiore. Occhi e naso che colano come quando si taglia una cipolla.
Sintomi Mentali: Timore che il dolore diventi insopportabile.
Sintomi Fisici: Secrezioni nasali irritanti, soprattutto dalla narice sinistra (o inizia sul lato sinistro). Naso completamente ostruito dal gonfiore della mucosa. Occhi arrossati con abbondante lacrimazione non irritante. Starnuti violenti. Tosse secca e fastidiosa che peggiora respirando aria fredda. Dolori acuti alla laringe che si aggravano tossendo. Cefalea marcata che migliora quando il naso si scarica liberamente.
Peggiora: Ambiente caldo. Tardo pomeriggio o sera. Tarda estate. Forte sensibilità a pesche e odore dei fiori.

- APIS MELLIFICA
Sintomi Chiave: Gonfiore. Dolore pungente, alleviato da impacchi freddi o da applicazioni di ghiaccio.
Sintomi Mentali: Sempre impegnato. Attivo. Si irrita se contrariato.
Sintomi Fisici: Caldo, arrossamenti, dolori pungenti e gonfiore. Prurito insopportabile nelle ore notturne.
Peggiora: Caldo, bevande calde o applicazioni calde.
Migliora: Aria fresca, bagni freddi. Scoprirsi.
Alimenti & Bevande: Solitamente assenza di sete.

- ARSENICUM ALBUM
Parole Chiave: Mi sembra di essere sul punto di morire!’ Starnuti o tosse ‘come se ci fosse una piuma che mi fa il solletico’.
Sintomi Chiave: Secrezioni nasali molto fluide, chiare ed irritanti. Bruciore agli occhi. Attacchi d’asma accompagnati da forte ansia.
Sintomi Mentali: Irrequieto ed ansioso. Dipendente ed esigente. Paura di rimanere solo e di morire.
Sintomi Fisici: Dolori brucianti in tutte le Parti del corpo. Orticaria (provocata da gelato o frutti di mare). Palpitazioni cardiache. Frequenti starnuti. Formazioni di piaghe.
Peggiora: Freddo, impacchi freddi o applicazioni di ghiaccio. Dopo la mezzanotte. Lato destro.

- EUPHRASIA
Sintomi Chiave: Profusa lacrimazione acida con secrezioni nasali non irritanti ( il contrario di Allium cepa). Congiuntivite: le secrezioni si seccano all’esterno e la persona si sveglia con agglutinazione crostosa delle palpebre.
Sintomi Mentali: Irritabile.
Sintomi Fisici: Occhi che lacrimano in continuazione. Occhi irritati, che bruciano e sensibili alla luce. Cefalee da congestione nasale, con abbondanti secrezioni oculari e nasali. Tosse aggravata durante il giorno; migliora stando sdraiato.
Peggiora: Ore serali.

- GELSEMIUM
Parole Chiave: ‘Sento dell’acqua bollente scorrermi attraverso il naso’.
Sintomi Chiave: Sonnolenza durante l’attacco allergico. Starnuti violenti, frequenti ed estenuanti, soprattutto alla mattina.
Sintomi Mentali: Apatia mentale.
Sintomi Fisici: Starnuti violenti ed estenuanti. Sensazione di acqua bollente che scorre nel naso.
Peggiora: Surriscaldamento. Ambienti caldi e umidi.
Migliora: Distendersi ma tenendo la testa sollevata.


- NUX VOMICA
Sintomi Fisici: Starnuti e rinite al mattino al risveglio. Il naso ‘pieno’ ed irritato diventa fluente negli ambienti caldi provocando sollievo.
Peggiora: Mattina al risveglio. Aria fresca. Dopo aver mangiato.
Migliora: Ambienti caldi. Bevande calde.

- RHUS TOX.
Parole Chiave: ‘Ho un tale prurito che non riesco a smettere di grattarmi’.
Sintomi Chiave: Eruzioni cutanee. Vescicole piene di liquido. Prurito insopportabile. Orticaria.
Sintomi Mentali: Irrequieto ma gioviale allo stesso tempo.
Sintomi Fisici: Estremamente irrequieto fisicamente. Eruzioni cutanee accompagnate da rigidità delle articolazioni.
Peggiora: Applicazioni fredde.
Migliora: Applicazioni calde.


- SABADILLA
Costante prurito e solletico dentro il naso. Rinite acquosa ed abbondante.
Sintomi Fisici: Rinite e starnuti aggravati dal freddo o migliorati dal calore e da bevande calde. Lacrimazione con bruciore e rossore agli occhi. Faringite sul lato sinistro.
Peggiora: Aria fresca. Lato sinistro.
Migliora: Ambienti caldi. Bevande calde.

- URTICA URENS
Sintomi Chiave: Reazione allergica dopo aver mangiato frutti di mare. Orticaria classica. Dolori pungenti e brucianti.

Sintomi Mentali: Irrequieto.
Sintomi Fisici: Forte prurito, orticaria (vescicole rosse in rilievo). Forte bruciore accompagna il prurito.
Peggiora: Applicazioni fredde. Aria fresca e umida.
Migliora: Massaggiare la parte.

- WIETHYA
Sintomi Fisici: Muove la lingua avanti e indietro grattando con forza il palato. Il prurito si estende all’orecchio. Secchezza di bocca e gola. Desiderio costante di schiarirsi la gola

STUDIO MEDICO SENOLOGICO CIROLLA,ONCOLOGIA


Prof.ssa Virginia A.Cirolla
MD,PhD in Experimental And Clinical Research Methodology in Oncology Department of Medical and Surgical Sciences and Translational Medicine "Sapienza" University of Rome
National President A.I.S.M.O. ONLUS
www.studiomedicocirolla.it
www.aismo.it

Profilo del medico - Prof.ssa Virginia A. Cirolla

Nome:
Virginia Angela Cirolla
Comune:
ROMA
Telefono:
0645477448 3396769115, 3930944388, 3335230409
Azienda:
A.I.S.M.O. ONLUS
Professione:
Ricercatore
Posizione:
PRESIDENTE NAZIONALE
Occupazione:
MEDICO CHIRURGO SENOLOGO/TITOLARE CENTRO DI FORMAZIONE ANFOS/DIRETTORE SANITARIO A.I.S.M.O. ONLUS
Specializzazione:
Oncologia Medica, Medicina alternativa, Chirurgia generale, Perf in Ecografia, Senologia, Master Format. ANFOS, Master Agopuntura, Dottorato Ricerca Oncologica
Contatti/Profili social:
email email sito web facebook twitter google plus linkedin


Articoli che potrebbero interessarti

Lotta agli acari: le strategie che funzionano

Lotta agli acari: le strategie che funzionano

04/03/2019.   Quando si parla di acari della polvere la nostra lotta per sconfiggerli ed eliminarli da casa nostra sembra quasi impossibile. Questi minuscoli artropodi ad 8 zampe si annidano soprattutto negli imbottiti di casa come i materassi...

Allergia e salute

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X