Ritenzione idrica addio con la dieta drenante

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Ritenzione idrica addio con la dieta drenante

08-04-2014 - scritto da Paola Perria

Con l'arrivo dei primi caldi è più facile soffrire di gonfiore e ritenzione idrica, ecco come combattere questi disturbi

Scopriamo i cibi che ci aiutano a drenare i liquidi e sentirci più leggeri

Ritenzione idrica addio con la dieta drenante A soffrire di ritenzione idrica sono soprattutto le donne, che con l'arrivo dei primi caldi primaverili, spesso si ritrovano con gambe e addome gonfi, appesantiti, e la bilancia che segna due-tre chili in più di soli liquidi. Questo fenomeno è fisiologico, infatti il corpo, messo in allarme dal rialzo delle temperature primaverile, tende a trattenere ed accumulare i liquidi per paura di disidratarsi, ma è in genere un fenomeno del tutto transitorio. Una volta che ci si abitua al nuovo clima, tutto torna in equilibrio. Tuttavia, è possibile agevolare il processo di smaltimento di questi liquidi in eccesso attraverso una dieta mirata, che punti su cibi naturalmente drenanti.

Naturalmente il primo suggerimento è quello di bere di più. Acqua semplice (almeno 8 bicchieri al giorno), naturalmente, ma se volete accentuare l'effetto dissetante e diuretico, potete renderla leggermente acidula con l'aggiunta di succo di limone. La verdura è, poi, fondamentale, sia fresca che sotto forma di centrifugati, o anche cotta leggermente (ad esempio la vapore). Tra gli ortaggi e le erbe drenanti troviamo gli asparagi, i carciofi, il sedano, la lattuga, i pomodori, i finocchi, i peperoni, i cetrioli, le cipolle, le carote (crude), le melanzane e le zucchine (non fritte!). La frutta è anch'essa un vero toccasana, ricca com'è di acqua e di sostanze che stimolano la circolazione venosa e linfatica.

Da privilegiare i frutti di bosco (in particolare i mirtilli) e le fragole, l'ananas fresco (che svolge anche funzione digestiva), meloni, angurie, pompelmi. Per ottenere un buon effetto drenante l'ideale è quello di inserire sempre un'insalata fresca e una porzione di frutta ad ogni pasto, evitando, però, di aggiungere il sale (che, anzi, va ridotto drasticamente perché oltre ad innalzare la pressione trattiene i liquidi del corpo), e accompagnandole da patate lesse, legumi o proteine animali magre di carne e di pesce (sempre senza sale aggiunto).

Quando cucinate le zuppe di verdure, non utilizzate il dado da bordo, e semmai insaporite con spezie ed erbe aromatiche. Tra i cereali da privilegiare troviamo il mais e l'avena, meglio se associati alle verdure. I latticini sono importanti, ma è meglio evitare i formaggi stagionati, che sono molto ricchi di sodio, e scegliere, invece, la ricotta e soprattutto lo yogurt al naturale, anche intero, meglio se a colazione. Il tè verde e il caffè d'orzo sono due infusi naturalmente drenanti, perciò consumateli a volontà. Una buona azione drenante la svolgono, poi, anche le tisane a base di ortica, ippocastano e di tarassaco, che completeranno l'opera.

Foto| via Pinterest

A cura di Paola Perria, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master I livello in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere.
Profilo Linkedin di Paola Perria
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X