Se la digestione va in tilt

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Se la digestione va in tilt

26-05-2010 - scritto da Viviana Vischi

Le regole d’oro per digerire bene, le soluzioni naturali per combattere mal di stomaco, pancia gonfia e alito cattivo

Consigli utili e rimedi per una digestione perfetta

Se la digestione va in tilt “Ci metto una vita a digerire, mangio poco a pranzo perché altrimenti sto male tutto il pomeriggio, se esagero a cena non dormo la notte, dopo mangiato ho mal di stomaco, una sensazione di vuoto, di acidità”: frasi che rendono bene l’idea di quanto siano diffusi i problemi di cattiva digestione, o per dirla in termini tecnici dispepsia; questo indipendentemente da quanto e cosa si mangi, anche se è vero che pietanze elaborate, caloriche e pesanti risultano maggiormente incriminate.
La dispepsia implica che i meccanismi preposti ai movimenti dello stomaco sono alterati. Generalmente si tratta di disturbi di origine benigna, che però possono incidere pesantemente sulla qualità della vita: pensiamo al fastidio di andare a pranzo e, successivamente, di essere alle prese con bruciori, eruttazioni e alito cattivo! O, peggio, con disturbi intestinali, come pancia gonfia, stitichezza o diarrea.
Se la dispepsia è funzionale, cioè non associata a malattie come gastriti e ulcere, chi ne è affetto deve seguire una serie di accorgimenti. Innanzitutto, deve quantificare il fabbisogno calorico quotidiano e suddividerlo adeguatamente nei pasti della giornata. Un altro aspetto da non trascurare è relativo agli alcolici: questi tendono ad aumentare l’acidità gastrica, rendendo difficoltosa la digestione degli amidi. Se proprio non si possono evitare, almeno si associno ad alimenti proteici. Ancora, occorre dire no a cibi grassi e fritti, cercare di mangiare a orari stabili, disabituarsi alla pennichella e masticare lentamente: la prima digestione avviene in bocca!
Concediamoci infine il giusto tempo, ritrovando a tavola l’opportunità di un sereno incontro in famiglia. E’ significativo il fatto che molti pazienti con dispepsia non ricordino subito quello che hanno mangiato poche ore prima, e ci debbano pensare prima di rispondere! Cosa facevano mentre mangiavano? Probabilmente leggevano, discutevano o guardavano la tv...
Se, nonostante tutti questi accorgimenti, i disturbi dovessero continuare, ci si può rivolgere in tutta sicurezza a soluzioni naturali, prive di controindicazioni, in grado di ripristinare un fisiologico equilibrio delle funzioni digestive e di favorire il benessere intestinale. Ottimi, in questo senso, l’amido di riso e la papaya, che migliorano il processo digestivo degli alimenti e l’assorbimento dei nutrienti; efficacissimi gli olii essenziali di menta piperita e di carvi, che ristabiliscono una digestione veloce e completa, riducono il tempo di svuotamento dello stomaco, rilassano la muscolatura intestinale e contribuiscono a ridurre il dolore, gli spasmi e la tensione. Una volta, le nostre nonne ne facevano infusi e tisane. Oggi, le stesse benefiche sostanze le troviamo racchiuse in forma microincapsulata e gastroresistente per poter svolgere in modo specifico nell’intestino la loro benefica azione. L’efficacia e la sicurezza sono addirittura superiori!


A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Tallonite? Ecco le scarpe giuste per piedi in salute

Tallonite? Ecco le scarpe giuste per piedi in salute

01/10/2021.   A tutti è capitato, almeno una volta nella vita, di accorgersi di avvertire un dolore al calcagno sordo o trafittivo. Nulla di cui allarmarsi generalmente, perché questo tipo di mal di piedi è molto...

Ecocuore: a cosa serve, quando si deve fare

Ecocuore: a cosa serve, quando si deve fare

28/09/2021. Il cuore rappresenta l’organo centrale del nostro apparato circolatorio. È posizionato all’interno della gabbia toracica, a sinistra, e assolve alla fondamentale funzione di inviare e ricevere il sangue tramite i vasi...

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Chi Siamo

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X