Shock anafilattico? L’adrenalina puo’ salvarti la vita!

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Shock anafilattico? L’adrenalina puo’ salvarti la vita!

25-07-2011 - scritto da Network4Health

Alimenti, farmaci e insetti possono provocare reazioni allergiche gravissime. Se sei un soggetto a rischio, ricordati di portare sempre con te una dose di adrenalina

Shock anafilattico: l'adrenalina è l'unico modo per gestire l’emergenza

Le allergie sono tante, in continua crescita, ma per fortuna nella maggior parte delle persone generano reazioni “semplici” come prurito, gonfiore e rossore. Una piccola percentuale di soggetti, tuttavia, sviluppa delle risposte anomale.

Una prima regola per prevenire una reazione potenzialmente pericolosa è evitare il contatto con le sostanze a cui si è allergici. Oltre agli alimenti, di solito si tratta di farmaci o del veleno di insetti come api, vespe o calabroni.

La risposta più grave a un allergene è lo shock anafilattico. Lo shock anafilattico comporta il crollo della pressione sanguigna e l’instaurarsi di importanti difficoltà respiratorie; entrambe queste situazioni impediscono ai tessuti e agli organi interni, in particolare al cervello, di ricevere l’ossigeno indispensabile per continuare a funzionare.

Per evitare guai seri, o peggio la morte, bisogna intervenire subito! La contromisura più efficace per guadagnare tempo in vista dell’arrivo al Pronto Soccorso è l’iniezione intramuscolare di adrenalina nella coscia. L’adrenalina dilata le vie respiratorie e ripristina in pochi secondi livelli fisiologici di frequenza cardiaca e pressione arteriosa.

Questo farmaco è dunque un salvavita e andrebbe sempre portato con sé se si fa parte dei soggetti a rischio. Una tempestiva puntura di adrenalina agisce infatti in meno di dieci minuti e può evitare la morte in caso di grave shock anafilattico. E’ importante sottolineare come i suoi eventuali effetti collaterali sono nulla in confronto alla possibilità di salvarsi la pelle; dunque non bisogna averne paura, nemmeno se si è cardiopatici o se l’iniezione deve essere praticata a un bambino molto piccolo!

Redazione Network for Health

ATTENZIONE: le informazioni che ti proponiamo, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Ecocuore: a cosa serve, quando si deve fare

Ecocuore: a cosa serve, quando si deve fare

28/09/2021. Il cuore rappresenta l’organo centrale del nostro apparato circolatorio. È posizionato all’interno della gabbia toracica, a sinistra, e assolve alla fondamentale funzione di inviare e ricevere il sangue tramite i vasi...

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Chi Siamo

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X