Stress e stanchezza d’inverno: come ricaricarti di energia

Stress e stanchezza d’inverno: come ricaricarti di energia

06-11-2017 - scritto da Cinzia Iannaccio

Scadenze di fine anno, corsa ai regali, influenza e malanni di stagione: se lo stress e la stanchezza ti buttano giù, scopri come difenderti e ricaricarti.

Vuoi chiudere l’anno con grinta ed energia? Segui questi consigli.

 

Natale e Capodanno sono dietro l'angolo e già ti viene l’ansia al solo pensiero, perché sai cosa ti aspetta se non riesci a organizzarti alla perfezione: le scadenze di fine anno al lavoro, pranzi e cene con i colleghi, i colloqui a scuola, le recite e i saggi dei bambini, i regali di Natale, la spesa per i cenoni, il traffico alle stelle, la pioggia improvvisa che capita sempre quando non hai l'ombrello o il freddo all'uscita dal lavoro contrapposto ai 40° del centro commerciale affollato quando tra pacchetti e buste non sai dove mettere il cappotto...

 

Eh sì è proprio vero: verso la fine dell’anno la routine quotidiana subisce un’accelerazione che neanche Usain Bolt, il più grande velocista di tutti i tempi. E la corsa può diventare ad ostacoli se, oltre ai mille impegni, allo stress e alla perdita di energie, ci aggiungi anche qualche malanno di stagione che sa metterti al tappeto proprio nel momento meno opportuno.

 

Insomma, d'inverno è molto facile sentirsi esageratamente stressati e stanchi, con le energie a terra. E c’è da aggiungere anche il fattore clima, che non aiuta: il freddo, il cielo cupo, le giornate più corte e la pioggia possono influenzare negativamente l'organismo favorendo questi disturbi, come pure una vera e propria depressione invernale, dolori articolari e l’immancabile influenza, che può colpirti sia che tu faccia un lavoro all’aperto sia che passi la giornata al chiuso del tuo ufficio.

 

Stress e sistema immunitario, del resto, sono legati a doppio filo. 

 

PERCHE’ D’INVERNO TI SENTI COSI’ A TERRA?

 

Se ci pensi bene, gli impegni pressanti di chiusura anno, sia a livello professionale che familiare, specie se si hanno i bambini, sono gli stessi del periodo tra maggio e giugno, quando finisce la scuola e la gestione domestica diventa più complicata. Eppure in primavera riesci a trovare insperate energie per arrivare fino alle agognate vacanze estive. Dunque perché d'inverno ti senti più giù di forze e di morale?

 

L’inverno porta con sé una diminuzione di luce solare e un'alterazione del ritmo sonno veglia.  La vitamina D (che assimili proprio grazie alla luce solare) diventa carente con conseguente abbassamento del tono dell'umore, oltre che della funzionalità del sistema immunitario.

 

Anche l’alimentazione cambia: non ci sono tutti quei coloratissimi frutti della stagione estiva e le verdure fresche ottime da mangiare anche crude, così ricche di vitamine preziose; tendi a fare pasti caldi e spesso proprio le verdure perdono in questo modo le loro proprietà benefiche.

 

Dunque cosa puoi fare?

 

STRESS E STANCHEZZA D’INVERNO: ECCO I CONSIGLI PER TE

 

  1. Largo all’attività fisica: un minimo di attività motoria, almeno 30 minuti di passeggiata al giorno, favorisce il tono dell'umore, abbatte lo stress e dona energia. Più si fa sport e più si ricaricano le batterie. Se proprio non te la senti di fare sport all’aperto, puoi iscriverti in palestra o valutare dei corsi di yoga, particolarmente indicati contro lo stress.
  2. Fai una passeggiata all'aperto: per quanto possibile, almeno nelle giornate di tiepido sole: stimola la vitamina D.
  3. Dedica il giusto tempo al sonno: lo stress non favorisce il sonno e l'inverno complica le cose, perché fa buio prima e può alterarsi il ritmo sonno-veglia. Cerca di andare a dormire a un orario che ti permetta un sonno di almeno 8 ore, spegni lo smartphone e rilassati con una camomilla o una tisana, ad esempio al biancospino. Cerca di evitare cene troppo pesanti che possano turbarti il sonno.
  4. Bevi più acqua: spesso il corpo e la mente soffrono la stanchezza a causa di una semplice disidratazione. E d'inverno si tende a bere di meno. Controllare il colore delle urine è un pratico modo per verificare il tuo livello di idratazione: se sono troppo scure significa che non bevi abbastanza.
  5. Mangia in modo sano: per aumentare i livelli di energia cerca di fare piccoli, ma frequenti spuntini nell'arco della giornata: questo aumenta i livelli di zuccheri nel sangue e favorisce la digestione che altrimenti sarebbe spossante con pasti abbondanti. Fai attenzione alla qualità degli spuntini: limita zuccheri raffinati e carboidrati lavorati a favore di frutta fresca e verdura, carboidrati complessi, grassi sani e proteine ​​magre. Una dieta equilibrata nei nutrienti, capace di donare maggiore energia, non può prescindere da queste vitamine e sali minerali:
  • Vitamina C: aiuta a prevenire influenza e raffreddore che possono peggiorare lo stato di stanchezza e stress;
  • Vitamina D: serve per mantenere adeguate energie, ma gli alimenti che ne contengono una quantità significativa sono pochi (tuorli d'uovo, pesci grassi e prodotti fortificati come cereali e latte). Per questo, specie in inverno, è consigliato l'uso di integratori;
  • Ferro: una carenza aumenta la sensazione di debolezza in quanto l'organismo non riesce ad ossigenarsi bene;
  • Omega 3: non aiutano solo la salute del cuore, ma donano anche una carica energetica in più.

 

Insomma, con il giusto approccio e prevenzione, anche tu puoi arrivare alle tirate lavorative di fine anno senza stress. In tutti i casi comunque, specie sei hai mille attività che ti impegnano e non riesci ad alimentarti in modo particolarmente sano, puoi affidarti a specifici integratori alimentari che ti diano la giusta energia di cui hai bisogno per arrivare a una chiusura dell’anno… col botto!

 

Leggi tutti gli articoli della rubrica "Difese immunitarie, influenza e raffreddore"



A cura di Cinzia Iannaccio, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2007, blogger, specializzata nel settore della salute e del benessere.
Profilo Linkedin di Cinzia Iannaccio
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X