Stress ossidativo e cataratta

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Stress ossidativo e cataratta

13-06-2017 - scritto da Paola Perria

La cataratta è un processo di perdita progressiva della trasparenza del cristallino, che rende la vista offuscata fino ad impedirla del tutto. Perché viene la cataratta?

Fumo, diabete e raggi ultravioletti possono causare la cataratta.

 

Il cristallino è la lente naturale situata all’interno dell’occhio dietro la parte colorata (iride), che mette a fuoco le immagini provenienti dall’esterno sulla retina. In età giovanile e in assenza di patologie, il cristallino è un tessuto elastico e perfettamente trasparente costituito essenzialmente da acqua e proteine. Queste proteine sono organizzate in maniera da tenere la lente pulita e lasciare che la luce passi attraverso.

 

COS’È LA CATARATTA?

Con il passare degli anni, però, alcune proteine possono incollarsi tra di loro e iniziare a formare una nuvola che copre un’area piccola del cristallino. Questa area opaca è destinata ad aumentare di dimensioni, fino a coprire tutta la superficie del cristallino e impedire la vista. Il processo di perdita progressiva della trasparenza del cristallino è chiamata cataratta. Perché le proteine del cristallino perdono l’organizzazione in grado di mantenere l’occhio sano? La colpa è dei radicali liberi, molecole instabili che si formano durante le reazioni chimiche dell’organismo e che si legano alle molecole biologiche come DNA e proteine, alterandone la struttura e funzione all’interno della cellula. Normalmente, l’organismo è in grado di contrastare l’azione nociva dei radicali liberi grazie agli antiossidanti, che possono essere enzimi o nutrienti assunti con gli alimenti. Tuttavia, in presenza di un eccesso di radicali liberi l’organismo non riesce a produrre abbastanza antiossidanti e si crea lo stress ossidativo.

 

SINTOMI E CAUSE DELLA CATARATTA

I sintomi visivi più frequenti e associati alla cataratta sono l’annebbiamento transitorio o permanente della vista, riduzione della sensibilità al contrasto e della visione notturna, difficoltà nel distinguere i colori, lentezza nella messa a fuoco e a volte bruciore e stanchezza oculare.

Oltre al normale processo di invecchiamento, la cataratta può essere causata da una eccessiva esposizione ad alcuni fattori ambientali esterni che contribuiscono all’aumento dei radicali liberi nell’occhio. I raggi ultravioletti, ad esempio, amplificano sensibilmente la produzione di radicali liberi con inevitabili conseguenze per le cellule e i tessuti. Ed è proprio il fototraumatismo protratto nel tempo, correlato al rallentamento dei processi biochimici dell’organismo, la principale causa della cataratta nell’anziano. Anche il fumo è una tra le cause di formazione dei radicali liberi. Il fumo di sigaretta contiene anche ioni metallici tossici e cadmio, che si accumulano all’interno del cristallino. Ricordiamo, infine, che tra i fattori di rischio della cataratta c’è il diabete.  L’accumulo di zucchero che si verifica nel diabete tende a far agglomerare le proteine, creando l’annebbiamento della vista.

Una buona protezione antiossidante risulta, perciò, particolarmente utile per aumentare le difese antiossidanti dell’organismo e ridurre o ritardare l’evoluzione di malattie oculari da invecchiamento quali la cataratta.

 

 

COME AUMENTARE LE DIFESE ANTIOSSIDANTI DEGLI OCCHI

  • Smetti di fumare! Prima di ricorrere ai rimedi, previeni i danni cambiando gli stili di vita che sono noti per essere responsabili della comparsa di cataratta o di altri disturbi oculari.
  • Proteggi gli occhi dai raggi ultravioletti, che sono veri e propri acceleratori dell’invecchiamento dei tessuti umani, occhi inclusi. I raggi ultravioletti danneggiano direttamente le fibre del cristallino accelerando il processo di opacizzazione. Per proteggere i tuoi occhi usa occhiali dotati di lenti solari protettive certificate dal marchio C.E. per avere la certezza di un'efficacie barriera contro i raggi ultravioletti.
  • Fai attività fisica. Penserai che non c’entra con la salute dell’occhio, e invece è importante. Fare attività fisica costante permette di mantenere sotto controllo il peso e la glicemia limitando il rischio di incorrere nel diabete, che abbiamo visto essere uno dei fattori di rischio della cataratta.
  • Alcuni studi suggeriscono che la somministrazione di antiossidanti può avere ed ha un ruolo positivo nella sua prevenzione. Il controllo del danno ossidativo responsabile della cataratta dipende da un’adeguata presenza di luteina, vitamina C ed E e di glutatione. Dove si possono trovare questi elementi preziosi? La prima fonte di antiossidanti è una alimentazione ricca di frutta e verdura dai colori verde, rosso, viola e giallo. Per assicurare l’apporto sufficiente di antiossidanti, che richiederebbero un consumo di grandi quantità di questi alimenti, a fianco ad una dieta sana si può affiancare l’uso di integratori alimentari che racchiudono in una sola compressa un concentrato di antiossidanti necessario per combattere lo stress ossidativo e i disturbi della vista.   

 



A cura di Paola Perria, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master I livello in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere.
Profilo Linkedin di Paola Perria
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X