Sudorazione abbondante e ansiolitici

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Sudorazione abbondante e ansiolitici

15-05-2016 - scritto da Viviana Vischi

Il legame tra ansia e sudore c'è, ma l'ansia non è una causa della sudorazione abbondante. Che, quindi, non si risolve con farmaci per la psiche.

Ansiolitici ed antidepressivi non sono la cura giusta per l'iperidrosi.

La situazione è purtroppo nota: un'interrogazione, un incontro di lavoro importante, la seduta dal dentista, sono situazioni che possono mettere in ansia e scatenare un attacco di sudorazione eccessiva in chi ne soffre. Ne conseguono imbarazzo, disagio e un ulteriore stress ansiogeno nell'affrontare i vari contesti o anche solo all'idea di doverlo fare in futuro. Sono i risvolti psicologici dell'iperidrosi.

Certo, il legame tra ansia e sudore c'è: un evento ad alto impatto emotivo agisce sul sistema nervoso simpatico periferico, il quale a sua volta stimola la secrezione delle ghiandole sudoripare; questo però non significa che lo stress e l'ansia siano le cause dell'iperidrosi. Semplicemente l'ansia agisce come il caldo, l'attività sportiva, la febbre o i cibi piccanti, scatenando all'occorrenza un attacco di sudorazione, ma non ne rappresenta la causa determinante.

L'iperidrosi è infatti considerata idiopatica: ovvero non si conosce la ragione per cui determinati individui sudano fino anche 5 volte più degli altri. Ciò che è noto è che non si tratta di una malattia provocata dalla psiche, a differenza di quello che si riteneva un tempo.

Diverso è invece il discorso se si parla di iperidrosi secondaria, ovvero di quella sudorazione eccessiva che si manifesta come sintomo di una malattia di base o come effetto collaterale dei farmaci: antidepressivi ed alcuni ansiolitici riportano tra gli effetti collaterali proprio la sudorazione eccessiva! Nello specifico il 22% circa di persone che assumono antidepressivi lamenta questo disturbo.

Dunque cosa fare?

Le soluzioni da prendere in considerazione se si è stanchi di avere le mani sudate e le magliette bagnate in ogni situazione importante, sono in prima battuta i cosmetici e dispositivi medici antitraspiranti (disponibili in crema, spray, roll-on, ecc.) da applicare localmente.

Farmaci per via orale che agiscono sull'iperproduzione delle ghiandole sebacee esistono, sono prescrivibili da uno specialista, ma solo dopo che tutte le altre metodiche topiche si sono rivelate inefficaci. Ma va sempre valutato l'effettivo beneficio in relazione agli effetti collaterali o controindicazioni.

Anche alcuni tipi di ansiolitici possono essere prescritti per un breve periodo ed arrivare a ridurre la quantità di sudore che si emette, ma attenzione a non confondere diagnosi e terapie: in questi casi quello che si cura è un "disturbo d'ansia cronico" che può avere tra i suoi sintomi anche un'eccessiva sudorazione localizzata o meno. Non l'iperidrosi, che è un'altra cosa.

Se la diagnosi è di iperidrosi infatti, riducendo l'ansia con i farmaci ci si sentirà meglio nelle situazioni stressanti e dunque si eviterà l'effetto "circolo vizioso", ma non si risolverà alla base il problema della sudorazione eccessiva.



A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X