Trotula: magistra mulier sapiens (la saggia donna insegnante)

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Trotula: magistra mulier sapiens (la saggia donna insegnante)

28-09-2008 - scritto da monica_balestrero

La prima donna medico

Trotula De Ruggiero: la più famosa tra le Mulieres Salernitanae

Trotula De Ruggiero fu la più famosa tra le Mulieres Salernitanae ovvero le studiose che insegnavano o erano attive intorno alla Scuola Medica Salernitana. Visse attorno al 1050 a Salerno e probabilmente sposò Giovanni Plateario, medico, e collaborò con il marito ed i figli (Giovanni il giovane e Matteo, pure famosi nella Scuola medica salernitana e conosciuti come Magistri Platearii) alla stesura del manuale di medicina Practica brevis.Le sue lezioni furono incluse nel De agritudinum curatione, una raccolta degli insegnamenti di sette grandi maestri dell'università. In questi studi miscellanei si trovano scritti di Trotula su vari argomenti: De rubedine oculorum, De oculis, De lacrimis (oculistica), De gingivis (odontoiatria), De dolore intestinorum, De ventris solutione (gastroenterologia e dietetica).
Le sue teorie precorsero i tempi: considerava la prevenzione come l'aspetto principale della medicina e diede grande importanza all'igiene, all'alimentazione equilibrata e all'attività fisica. Il trattato De mulierum passionibus, ante, in, et post partum, divenuto successivamente famoso col nome di Trotula Major,dimostra che le sue conoscenze in campo ginecologico furono eccezionali: fece nuove scoperte nel campo dell'ostetricia e delle malattie sessuali e alcuni la considerano il primo medico ginecologo della storia. Il testo è ricco di consigli per le levatrici, per la scelta della nutrice, l'igiene della donna e il vitto che deve seguire, il parto e il puerperio e di studi sui polipi dell'utero e sul ciclo mestruale. Trotula cercò nuovi metodi per rendere il parto meno doloroso, come l’utilizzazione di oppiacei, e per il controllo delle nascite. Si occupò del problema dell'infertilità, cercandone le cause non soltanto nelle donne, ma anche negli uomini, in contrasto con le teorie mediche dell'epoca. Costantino l’Africano la ricorda come l’esecutrice di un parto cesareo per salvare la vita di un bambino e come autrice di un intervento volto a riparare un perineo danneggiato dal parto.
Infine non possiamo dimenticare il trattato sulle malattie della pelle e sulla loro cura De Ornatu Mulierum (sulle malattie della pelle e sulla loro cura), detto Trotula Minor, in cui, per la prima volta, una donna medico parla esplicitamente di argomenti sessuali senza alcun accento moralistico.
Nella Storia ecclesiastica del monaco anglo-normanno Orderico Vitale si narra che il nobile normanno Rodolfo Malacorona, studioso di medicina proveniente dalla Francia, giunto in visita a Salerno nel 1059 “non trovò alcuno che fosse in grado di tenergli testa nella scienza medica tranne una nobildonna assai colta” ([...]neminem in medicinali arte, praeter quondam sapientem matronam sibi parem inveniret) e nel Dict de l’Herberie il trovatore parigino Rutebeuf fa affermare ad un suo personaggio di essere al servizio di una nobildonna salernitana di nome Trota (ainz suis à une dame qui a nom madame Trotte de Salerne), la donna più saggia del mondo (sachiez que c’est la plus sage dame qui soit enz quatre parties du monde), che faceva uccidere dai suoi emissari degli animali feroci dai quali estrarre unguenti per curare i malati.
Nel XIII secolo le idee e i trattamenti di Trotula erano conosciuti in tutta l'Europa e facevano già parte della tradizione popolare. I suoi scritti vennero utilizzati fino al XVI secolo come testi classici presso le Scuole di medicina più rinomate.


References
BIBLIOGRAFIA:
BESTINI, CARDINI, LEOPARDI, FUMAGALLI BEONIO BROCCHIERI, Medioevo al femminile, Roma- Bari, 1989.
DE RENZI. Medichessa Trotula e donne Salernitane. In: Rendiconti e Atti Accademia medica chirurgica (1852).
CAVALLO BOGGI, Trotula de Ruggero, sulle malattie delle donne, Torino, 1969.
Categorie correlate:

Hobby, tempo libero, società


Profilo del medico - monica_balestrero

Nome:
Monica Balestrero
Comune:
ROMA
Contatti/Profili social:


Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X